Il Coronavirus ci impone di rimanere a casa: ecco come mantenere nel migliore dei modi le nostre EV

Anche per Electric Coach la regola di questo periodo figlio del Coronavirus è una: smartworking. Per fortuna ci viene incontro la tecnologia che ci permette di accorciare le distanze territoriali, dunque il nostro Electric Coach, in collegamento da Milano, ci parla oggi di un argomento davvero interessante e coerente con quella che è la situazione odierna: quali sono le accortezze per mantenere in ordine un'auto a batteria quando non deve essere utilizzata per alcuni giorni.

Custodire l'auto ferma

Quali sono dunque i segreti per poter "custodire" al meglio le nostre automobili che, causa di forza maggiore, devono rimanere ferme. Abbiamo parlato di un livello di carica nelle puntate precedenti: il 20% e l'80% sono i due limiti che dobbiamo mantenere quando ci muoviamo tutti i giorni. Questi due limiti ci consentono di non farla scaricare troppo da un lato, e non caricarla troppo dall'altro. Oggi abbiamo le auto ferme, e sul mantenimento esistono in realtà due correnti di pensiero...

 

Primo consiglio

L'auto, che deve rimanere attaccata alla presa domestica a bassa potenza, anche da fermo consuma un poco di energia, sopratutto le auto come le Model 3 che climatizzano il pacco batteria, sia per il caldo che per il freddo, e dunque consuma una parte della sua energia. Quindi il livello di carica è il 70%.

Si può settare nelle auto attive come Tesla, con un limite massimo, oppure va realizzato "manualmente". Uno dei consumi, ad esempio, può essere anche quello legato alla connessione tramite app.

Diteci la vostra

Per saperne ancora di più e per sentire tutti gli altri suggerimenti del nostro Electric Coach non vi resta che premere play e godervi questa puntata. Scriveteci la vostra opinione, i vostri commenti ed i vostri suggerimenti sui nostri canali social.