Un percorso in alta quota attraverso 6 Paesi, cercando di superare un dislivello complessivo di 16.000 metri rigorosamente a batteria ed entrare nel Guinness dei primati. Ecco la sfida che 6 EV raccoglieranno dal 4 al 10 luglio prossimi

L'auto elettrica è a caccia di affermazioni, anche attraverso imprese che non sempre sono all'insegna della velocità o della percorrenza in senso assoluto: quella che attende 6 equipaggi, con partenza tra due giorni, il 4 luglio, e arrivo il 10, è infatti una sfida molto particolare visto che le auto attraverseranno varie località alpine in 6 diversi paesi, percorrendo a zero emissioni ben 1.600 km ma soprattutto arrampicandosi per 16.000 metri.

Da Parco a Parco

L'iniziativa, battezzata Alpine Pearls E-Tour, è alla prima edizione e ha già obiettivi ambiziosi: oltre a promuovere e pubblicizzare la mobilità elettrica, punta infatti a entrare nel Guinness dei Primati proprio grazie al dislivello del percorso che sarebbe il più ampio mai coperto da veicoli a batteria. La partenza è fissata e per il 4 luglio al Parco Nazionale del Gran Paradiso, in Val d'Aosta, l'arrivo per il 10 a luglio nel Parco Nazionale di Triglav, in Slovenia, con successiva tappa di rientro su Milano e Torino.

Auto elettriche, a caccia di record sulle Alpi

La festa della ricarica

Nel corso dei 7 giorni di spedizione, gli equipaggi toccheranno, tra le altre, le località di Les Diablerets in Svizzera, Racines in Alto Adige, Moena in Trentino e Weissensee in Austria, attraversando anche i confini di Liechtenstein, Francia e Slovenia, appunto. Le vetture, condotte da equipaggi esperti, sono una BMW i3, una Renault Zoe 41 kW, due Nissan Leaf 30 e 40 kW, una Jaguar i-Pace e una Tesla Model X che potranno rifornirsi di energia in una quindicina di punti diversi situati in altrettante località lungo il percorso, dove sono previsti eventi per salutare il passaggio della carovana.

Fotogallery: Alpine Pearls E-Tour 2019