La nuova unità progettata dall'azienda belga ha un incredibile rapporto peso-potenza e adotta soluzioni che limitano le perdite di energia

Sui motori termici, si sa, i margini di miglioramento sono ancora alti. Con rendimenti che si aggirano nei casi più virtuosi intorno al 40%, lavorare sull'efficienza della combustione, sulla compressione variabile e su altri parametri può dare risultati evidenti.

Sui motori elettrici, invece, l'efficienza è già del 90% e i fattori su cui lavorare sono marginali. Ma anche sui motori elettrici si sta lavorando sodo per incrementare l'efficienza. Una novità arriva oggi dal Belgio, e più precisamente dalla Magnax, che ha presentato un motore a flusso assiale.

 

Poco peso e poco spazio

Il nuovo motore, stando alle dichiarazioni dell'azienda produttrice, aumenta di molto l'efficienza, portandola fino al 98% grazie al particolare modo in cui è stato progettato. Prima di tutto, ha bobine a cavi rettangolari e non rotondi, che permettono di risparmiare il 90% dello spazio e di ridurre la perdita di energia. Poi, è dotato di due rotori a magnete permanente e di uno statore disposti in modo da rendere il percorso del flusso di elettricità il più breve possibile.

Magnax Yokeless Axial Flux Motor Promises 98 Percent Efficiency

Le bobine del motore della Magnax sono inoltre dotate di uno speciale circuito di raffreddamento che abbassa moltissimo le temperature. Grazie a tutti questi accorgimenti l'unità presentata dall'azienda belga h uno tra i più alti rapporti tra potenza e peso. Come si intuisce dall'immagine qui sotto. 

Magnax Yokeless Axial Flux Motor Promises 98 Percent Efficiency

Il motore elettrico della BMW i3 è capace di erogare 125 kW (168 CV) di potenza e 250 Nm di coppia, ma pesa 46 kg. Il nuovo motore Magnax garantisce una potenza di 200 kW (272 CV) e una coppia di 250 Nm in soli 16 kg. Un bel risparmio, considerando che il peso eccessivo è una delle tre principali criticità delle auto elettriche.

Magnax Yokeless Axial Flux Motor Promises 98 Percent Efficiency

Meno materie prime

Tra gli altri vantaggi che offre questo motore Magnax c'è anche quello che riguarda un minor uso di materie prime. Il magnete del motore BMW, per restare in tema con la Casa di Monaco, pesa 2 kg, mentre quello sul nuovo motore belga si ferma a 1,2 kg.

Anche questo aspetto non è da sottovalutare, soprattutto in considerazione delle stime che vedranno in un futuro prossimo molte più vetture elettriche (ma anche motociclette e aeroplani) in circolazione

Fotogallery: Auto elettriche, Magnax presenta un motore con efficienza del 98%