Le auto a zero emissioni stanno diventando più di semplici mezzi di trasporto e anche in questo l'EV giapponese fa da apripista

La Nissan Leaf è molto più di una “semplice” auto elettrica. Fin dal debutto della prima generazione, è stata la capostipite della mobilità a zero emissioni, nonché il modello con cui il brand giapponese è riuscito a segnare un percorso preciso e lineare nello sviluppo delle auto 100% elettriche.

Oggi a nove anni dal lancio della prima serie, l'elettrica giapponese continua il suo percorso di sviluppo evolvendosi in aspetti che vanno ben oltre il semplice concetto di automobile e che rendono la Leaf una componente attiva in uno scenario urbano sempre più elettrificato.

Per condividere energia

La Nissan Leaf è la prima auto sul mercato, insieme a E-NV200, che, grazie al protocollo CHAdeMO, può usufruire della tecnologia Vehicle-to-grid (V2G). Si tratta di una soluzione innovativa che permette, insieme al sistema Leaf-to-home, di trasformare la vettura in un “powerbank” statico, sfruttando lo stoccaggio di energia elettrica al suo interno. In questo modo, una volta collegata l’automobile alla rete pubblica o domestica è possibile un trasferimento di energia non solo per la ricarica della vettura ma anche in verso opposto.

Infatti, la Leaf è in grado di condividere la propria carica, donandola o addirittura rivendendola alla rete, portando benefici non solo ai gestori ma anche agli stessi clienti che, secondo dei test svolti in alcuni Paesi europei, possono usufruire di risparmi annuali sulla spesa energetica fino a 1.500 euro.Inoltre questo sistema, nell’ipotesi in cui una percentuale significativa del parco circolante ne fosse dotato, permetterebbe di incrementare la produzione di energia elettrica da rinnovabili in quanto le vetture costituirebbero un enorme serbatoio a disposizione di chi produce energia per risolvere il problema dell’intermittenza delle fonti rinnovabili.

2018 Nissan Leaf

Un nuovo modo di guidare

Una delle principali tecnologie messe a disposizione dalla Casa giapponese sulla Nissan Leaf, per una mobilità ancora più intelligente ed efficiente, è l’E-Pedal. Si tratta di un particolare sistema che permette di guidare l'auto utilizzando soltanto il pedale dell'acceleratore, modificando l'intensità della pressione esercitata su di esso. Questa inedita soluzione permette non soltanto di limitare l'assorbimento di energia e di limitare il consumo delle pastiglie dei freni, ma anche di ridurre lo stress alla guida in condizioni di traffico intenso.

Attivabile grazie all'apposito tasto sul tunnel centrale, il pedale dell’acceleratore si trasforma in un pedale “tuttofare”, garantendo, in fase di rilascio, una frenata dolce e allo stesso tempo rigenerativa. In caso di frenate d’emergenza o più brusche però rimane comunque disponibile il classico pedale del freno.

Fotogallery: 2018 Nissan Leaf