La Casa torinese vuole produrre 10.000 vetture all'anno entro il 2024. Dopo l'hypercar Battista, attesa a Pebble Beach, altri modelli in arrivo

La Automobili Pininfarina era un vecchio desiderio del fondatore, Battista Pininfarina. La hypercar elettrica presentata all'ultimo Salone di Ginevra, che a quel fondatore rende omaggio fin dal nome, trasforma in realtà quello che fino ad oggi era rimasto un sogno nel cassetto. L'auto introduce sul mercato un nuovo concetto di hypercar a zero emissioni, ma soprattutto, apre la strada ad una famiglia di nuove auto elettriche che porteranno Automobili Pininfarina a produrre 10.000 auto l'anno entro il 2024

I volumi del SUV

Per raggiungere un obiettivo tanto ambizioso, la Casa torinese sta lavorando ad un SUV. Addirittura, potrebbero essere anche più di uno. Al momento, in Pininfarina si sta lavorando ancora sul design esterno. Ma si pensa che una prima anticipazione di quello che vedremo circolare su strada farà il proprio debutto a Pebble Beach durante il famoso Concorso d'Eleganza

Pininfarina Battista cars

La Battista definitiva

Proprio a Pebble Beach, il prossimo 18 agosto, dovrebbe esordire anche la Pininfarina Battista nella sua forma definitiva. L'auto, infatti, dovrebbe avere un frontale modificato rispetto alla concept mostrata a marzo. Realizzata sulla base della Rimac C_Two,è dotata di una batteria da 120 kWh (qui la spiegazione di come si calcola la capacità di una batteria), con i suoi 2.000 CV di potenza e 2.300 Nm di coppia, sarà prodotta in soli 150 esemplari ad un costo di circa 2 milioni di euro. A quanto pare, circa la metà della produzione è già stata prenotata. 

Pininfarina Battista cars

Uno stile ispirato alle concept

Tornando al SUV che arriverà nei prossimi anni, si sa che per la definizione dello stile la Casa si ispirerà ad alcune concept mostrate in passato. Stile che ha ricevuto riscontri positivi da clienti e addetti ai lavori. Si pensa ad esempio alla berlina Cambiano, risalente ormai al 2012.

Per quanto riguarda le prestazioni, pare che il progetto PF1 (la Battista era chiamata internamente PF0) avrà batterie da 140 kWh, poco meno di 1.000 CV e un'accelerazione di meno di 3 secondi sullo 0-100

Pininfarina Battista cars

Disegnata a Torino, prodotta altrove

Il SUV sarà chiaramente disegnato dal centro stile Pininfarina, che proprio come azienda di design nasce, ma Michael Perschke, CEO di Automobili Pininfarina, sta trattando per trovare un fornitore che si occupi della produzione. Tra i candidati, aziende in Germania, Francia o Inghilterra

 

 

Fotogallery: Automobili Pininfarina Battista, la hypercar elettrica in nuove foto