La Casa tedesca aprirà in Cina una struttura per dare seconda vita alle batterie. Sarà realizzata in collaborazione con un colosso locale

Mercedes-Benz Energy, divisione di Daimler che si occupa di mobilità alternativa, non è nuova alla realizzazione di impianti di stoccaggio per batterie giunte a fine ciclo di vita, almeno per quanto riguarda l'impiego sulle auto. All'attivo ha già tre strutture funzionanti, con sede in Germania, che hanno una capacità complessiva di 40 MWh (a questo link la spiegazione di cosa sia l'unità di misura).

Oggi il gruppo tedesco ha stretto un accordo con la Beijing Electric Vehicle Company per la creazione di strutture di stoccaggio di batterie giunte a fine vita in Cina. Saranno le prime con sede a Pechino. Il progetto tra la Casa tedesca e il colosso cinese, sussidiaria della BAIC Group, holding statale di molte aziende legate al mondo dell'automotive, getta le basi per una futura collaborazione che punterà a rendere sempre più efficiente ed ecosostenibile l'intero comparto della mobilità elettrica.

Mercedes, a Pechino il primo impianto di stoccaggio batterie

Un'operazione in prospettiva

“La corsa all'elettrificazione apre nuovi scenari anche nello stoccaggio e la distribuzione dell'energia - ha dichiarato Ye Xiaohua, general manager della Beijing Electric Vehicle Company - la creazione di strutture come questa che realizzeremo insieme a Mercedes aiuterà a risolvere due problemi: la gestione dei picchi di energia e l'allungamento della vita delle batterie”. 

L'azienda cinese, fondata nel 2009, ha già all'attivo 420.000 vetture elettriche circolanti sul mercato interno. La struttura che verrà realizzata in collaborazione con Mercedes permetterà di iniziare a smaltire proprio le batterie dei veicoli più anziani attualmente sulle strade.