Crossover dalle linee aggressive, dovrebbe nascere sul prototipo della ID.Crozz ed esordire in America nel 2020

La strategia di Volkswagen per il futuro è già segnata. Gli investimenti sostenuti per l’elettrificazione della gamma vengono consolidati finalmente dal debutto ufficiale della nuova ID.3 al Salone di Francoforte. E se questo non bastasse, secondo un rapporto di Automotive News, la Casa tedesca avrebbe in serbo l'imminente debutto del secondo modello della famiglia, che dovrebbe chiamarsi ID.4. Crossover a zero emissioni dalle linee filanti, dovrebbe esordire nel 2020, inizialmente negli Stati Uniti. L'auto è stata mostrata al Salone di Francoforte con livrea mimetica e all'interno di un packaging che ne confondeva la vista. 

Una base nota

Presumibilmente, sempre stando alle voci di “corridoio”, il nuovo modello dovrebbe essere quello intravisto durante un test su strada camuffato per le strade durante il mese di agosto accompagnato da una ID.3. Di certo, come la ID.3, sfrutterà la piattaforma MEB. Si baserà probabilmente sulla concept ID.Crozz, sempre esposta a Francoforte, spinta da due motori elettrici e dotata di batterie con capacità di 77 kWh.

Prototipo ID.4 VW

Prodotta anche negli USA

La ID.4 linea più tradizionale rispetto al concept ID. Crozz, ma mantiene uno stile filante, con tetto ribassato e lunotto molto inclinato. La vettura sarà prodotta in Germania, verosimilmente nello stabilimento di Emden, ma una seconda linea potrebbe essere installata anche negli Stati Uniti e, più precisamente, a Chattanooga, Tennessee.
 
 

 

 

Fotogallery: Volkswagen ID.4 concept