L'aggiornamento alza ancora l'asticella delle prestazioni: la variante più veloce ora scatta in 2,9 secondi

Tesla è stato il primo costruttore a utilizzare gli aggiornamenti del software “over the air” per apportare ritocchi anche alle prestazioni, oltre che all'efficienza, delle sue vetture. Con l'ultimo update, che il costruttore californiano sta diffondendo in questi giorni, tocca alla Model 3 ricevere un'implementazione che sul modello top, la Model 3 Performance, infrange un altro traguardo  Con la nuova gestione elettronica il tempo nello 0-100 scende sotto i 3 secondi.
Da 0 a 100 in meno di tre secondi
 
L’incremento di potenza non è trascurabile, si parla di 37 kW (50 CV), che porterebbero l'auto ad avere, anziché i circa 470 CV di cui ha disposto fino ad oggi, oltre 520 CVTutto a beneficio dell'accelerazione, tanto che per scattare da 0 a 100 km/h a una Model 3 Performance ora bastano 2,9 secondi, almeno stando a quanto misurato dalla statunitense DragTimes, con tanto di testimonianza video.
 
Anche sulla Model S (di recente protagonista di un intenso duello con Porsche Taycan giocato anche sullo scatto) si sono registrati miglioramenti. Ma in quel caso sul modello provato kW in più non c’erano, e il merito dell’accelerazione migliorata era più che altro da attribuire a una diversa gestione della potenza. L’upgrade prestazionale dimostra ancora una volta la totale fiducia di Tesla nella capacità del suo motore di digerire simili incrementi senza accusare problemi.