Preparata da Romeo Ferraris, nel 2020 parteciperà al nuovo campionato a zero emissioni contro i team ufficiali di Cupra e Hyundai

A vedere una berlina tre volumi del Biscione preparata da corsa non possono non venire in mente i fasti delle 155 che negli Anni ’90 lottavano – e vincevano – nel DTM contro Audi, Mercedes e altre agguerritissime concorrenti.

Oggi il contesto è tutto diverso ma altrettanto affascinante. A sorpresa, anche una Alfa Romeo Giulia si presenterà infatti al via della stagione d’esordio del Campionato ETCR (Electric Touring Car Racing), serie dedicata alle vetture elettriche derivate da quelle di produzione presentata nel 2018 e ai nastri di partenza nel 2020.

Fotogallery: Alfa Romeo Giulia, arriva l’elettrica per correre nel campionato ETCR

Un powertrain ancora da scoprire

L’Alfa Romeo Giulia ETCR è preparata da Romeo Ferraris, factory milanese resa celebre ultimamente dalle "esagerate" elaborazioni stradali su base Abarth 500: Cinquone su tutte. Dell’auto, annunciata con un tweet della stessa Romeo Ferraris, non si conoscono ancora le caratteristiche tecniche. Si sa però che dovrà vedersela con due avversarie ufficiali del calibro della Hyundai Veloster N ETCR e della Cupra e-Racer.

 

Di entrambe sono già state rilasciate alcune informazioni tecniche. Si sa ad esempio che sono alimentate da una batteria a 65 kWh e 800 V. La coreana, inoltre, ha un peso di 1.700 kg e monta 4 motori elettrici, due per ogni ruota posteriore. Adotta anche un cambio monomarcia. La vettura spagnola, invece, dichiara un’accelerazione 0-100 in 3”2 e una velocità massima di 270 km/h.

Aspettando il semaforo verde

La serie dedicata alle auto elettriche da turismo è organizzato dalla società WSC e prenderà il via a metà del prossimo anno. Partner del campionato sarà Enel X, official smart charging supplier della competizione.

L’ETCR dovrebbe debuttare a fine giugno o, al più tardi, a inizio luglio, in Europa. A seguire si terranno altre tre tappe, attese dopo l’estate, che saranno organizzate fuori dal Vecchio Continente. Dal 2021 l’ETCR dovrebbe entrare a pieno regime, con l’arrivo di altri team oltre ai tre già annunciati e un calendario più fitto.