La società che fa capo ad Alpiq offre formule di noleggio legate al chilometraggio, con abbonamenti anche di un solo mese

La mobilità elettrica in Europa e in Italia è sempre più legata a doppio filo a due elementi: il possesso da un lato e l'utilizzo (a noleggio o in sharing) dall'altro. 

Dunque, all'interno di questo quadro, la nascita e lo sviluppo di servizi di questo tipo è sempre più frequente. Una di queste è Juicar, startup svizzera lanciata però da un fornitore di energia elettrica come Alpiq. Una fusione di due mondi.

Consegna a domicilio

L'idea nasce dalla controllata Oyster Lab e la formula di noleggio si basa su un sistema tutto incluso, puntando alla flessibilità in termini di durata e ad offrire un servizio adattabile alle esigenze del guidatore.

Già, ma in cosa consiste questa formula "all inclusive"? L'abbonamento prevede una carica completa iniziale, assicurazione, le tasse, la manutenzione, riparazioni e cambio gomme nel passaggio tra estivo ed invernale. La consegna dell'automobile è prevista a domicilio con un servizio basato sull'intera rete nazionale.

La flotta italiana

I modelli offerti sono al momento BMW i3Nissan Leaf di seconda generazione e smart ForTwo. Un elemento determinante però riguarda la già citata personalizzazione dell'offerta. Il canone minimo infatti, prevede un'offerta di un mese. Il rovescio della medaglia prevede però una quota di 299 euro di registrazione una tantum.

Come varia il costo

Ci sono poi ulteriori elementi da tenere presente. Al canone di base, va aggiunto un prezzo al chilometro. E' cosi che Juicar "consiglia" l'automobile da poter noleggiare. La BMW i3 ha un costo da 499 euro al mese, la Nissan Leaf II 379 mentre la smart fortwo 299. A questi vanno aggiunti tre profili di calcolo di abbonamento.

Un guidatore occasionale viene valutato con un massimo di 800 chilometri al mese ed ha un costo di 0,35 euro al chilometro. Da 810 km a 1.310 km al mese viene valutato come guidatore normale con un prezzo di 0,20 euro al chilometro mentre dai 1.310 km al mese si paga 0,10 euro al chilometro. In aggiunta però va sottolineato come, anche in riferimento al chilometraggio, varia il prezzo base.

L'Italia ed il noleggio

"Il nostro arrivo in Italia è incoraggiato dal crescente interesse degli italiani verso il noleggio auto privato e per una guida più responsabile" ha riferito Bastian Gerhard, managing director di Oyster Lab, che ha sottolineato come, rispetto ad un'auto a motorizzazione tradizionale, si risparmierebbero 700 euro l'anno.