L'originale approccio della Casa non si ferma a carrozzeria e meccanica: la prima elettrica del marchio vuole distinguersi anche dentro

Mazda, si sa, ha sempre fatto le cose a suo modo. Cercando soluzioni originali in termini di design, di proporzioni, di scelte tecniche. La MX-30, prima elettrica del marchio, nasce nel pieno rispetto di questo approccio: insolita quanto inconfondibile, non lascia indifferenti per stile e meccanica, con un'idea di fondo per la batteria che si discosta da tutti i competitor.

Lo stesso ragionamento è valido anche per gli interni, che presentano molti elementi interessanti analizzati in questo video.

Porte ad armadio

La prima che si nota è che l’auto ha portiere con apertura ad armadio. Un po’ come la mitica RX-8, giusto per rimanere in casa. Fanno colpo, perché rappresentano un elemento di rottura dal punto di vista del design, ma inducono a qualche rinuncia sul fronte della praticità, perché per entrare si devono aprire entrambe e perché, vista anche la forma del tetto, si deve piegare un po’ la testa per evitare spiacevoli incontri.

Fortuna che il sedile scorre elettricamente per agevolare la salita, ma solo dalla parte del conducente.

Fotogallery: Mazda MX-30

Un abitacolo attento all’ambiente

Raggiunto il posto guida si scopre un ambiente tipicamente Mazda, con plancia a sviluppo orizzontale e touchscreen a sbalzo, al centro della plancia. L’impostazione generale è razionale e senza fronzoli, ma di buonissima fattura.

Tra gli elementi che spiccano si contano la strumentazione digitale, il tunnel centrale rialzato e lo schermo da 7” dedicato alla climatizzazione, forse un po’ esagerato.

Mazda MX-30, la prova
Mazda MX-30, la prova
Mazda MX-30, la prova

Per sottolineare la propria natura a zero emissioni, la Mazda MX-30 presta particolare attenzione ai materiali utilizzati per i rivestimenti. I sedili sono realizzati con tessuti naturali, mentre i pannelli porta adottano fibre morbide al tatto derivate dal riciclo di bottiglie di plastica.

I toni caldi e gli accostamenti cromatici rendono l’ambiente accogliente e lo stesso fanno gli inserti in sughero. Già, materiale naturale per eccellenza che arriva dalle rinomate piantagioni portoghesi. Curiosamente, questo legno ha un forte legame con Mazda, visto che la Casa proprio sughero fabbricava negli Anni ’20 del secolo scorso.

 

I dati della Mazda MX-30

  • Batteria: 35,5 kWh
  • Autonomia: 200 km (WLTP)
  • Ricarica: 4,5 ore a 7,4 kW (80%)
  • Potenza max: 143 CV
  • Coppia max: 265 Nm
  • Prezzo: da 34.900 euro