Le berlina di Monaco si appresta a "svestire" il motore termico per la sua versione full electric del 2022: cosa sappiamo già di lei

BMW adesso sta correndo verso l'elettrificazione. Dopo le ibride plug-in su base X1 e X2, e dopo le imminenti vetture a zero emissioni come iX3, i4 e iNext "di serie", che forse si chiamerà iX5, oggi si scopre che la Casa dell'Elica punta a una versione elettrica del suo modello più famoso: la Serie 3.

L'auto, che al momento è disponibile già in variante alla spina, la 33e PHEV, in futuro sarà offerta anche sprovvista di motore termico. Ma per vederla in commercio si dovrà attendere ancora qualche anno.

Arriva nel 2022

Si pensa che la Serie 3 elettrica possa debuttare tra il 2022 e il 2023, quando l'attuale generazione sarà sottoposta a restyling con contestuale aggiornamento della gamma. Ma perché a Monaco si è preferito partire con modelli a zero emissioni inediti come la i4 invece che esordire con un grande classico come la Serie 3?

La Casa lo ha spiegato in una recente dichiarazione rilasciata ad Autocar. In un periodo di transizione come questo, la gente è ancora indecisa se acquistare un'auto elettrica o una tradizionale.

L'idea quindi è che occorra convincerli con modelli esclusivi e originali, che trasmettano una sensazione di novità. La Serie 3 elettrica arriverà quando questo tipo di alimentazione sarà inteso come una normale declinazione dell'idea di mobilità.

Fotogallery: BMW Serie 3 elettrica - foto spia

Un'elettrica più "normale"

In effetti, si pensa che la i4 possa arrivare ad avere circa 530 CV. Sarà quindi di gran lunga più potente di M3 e M4. Avrà anche la trazione integrale. La Serie 3 elettrica, invece, si piazzerà un gradino sotto. Sarà semplicemente (si fa per dire) una Serie 3 normale, solo dotata di batteria anziché di motore termico.

Potrebbe essere la declinazione in berlina della iX3, ad esempio, che arriverà sul mercato anche in una variante a sola trazione posteriore dotata di 270 CV e in grado di raggiungere un'autonomia di circa 440 km grazie ad una batteria da 80 kWh.

BMW 3 Series EV rendering preview

E il nome?

Ultima considerazione riguarda il nome. Guardando al panorama attuale viene da pensare che la Serie 3 elettrica dovrebbe chiamarsi i3. Ma il nome i3, come si sa, è già in uso. A Monaco si punterà ad un nome diverso o, viceversa, si cambierà nome all'attuale i3 quando arriverà il momento di realizzarne la seconda generazione? Staremo a vedere.

Nell'attesa non resta che consolarci con gli esemplari di Serie 3 elettrica che in questo momento stanno effettuando una serie di test su strada. Sono molto simili alle Serie 3 in commercio, se non fosse che hanno paraurti posteriore senza scarichi e qualche ritocco aerodinamico che potrebbe restare anche sui modelli di serie.

Sarà curioso infine vedere come risolveranno la questione mascherina, sia perché le elettriche non hanno bisogno di prese d'aria, sia perché con la nuova Serie 4 anche la Serie 3 potrebbe andare incontro a rivoluzioni.

Fonte: Autocar