Prodotta dalla Aurus, Casa specializzata nei veicoli blindati, si chiamerà Escort e arriverà sul mercato nel 2022 con motore da 150 CV

La Russia non è famosa per le moto, ma Vladimir Putin negli ultimi tempi ha spinto affinché le Case provino a rinverdire a tutto tondo la produzione di veicoli nel Paese, due ruote incluse. Tra queste c’è anche Aurus, azienda specializzata nella produzione di limousine, MPV e SUV blindati, pronta a lanciare la sua prima moto, che sarà elettrica.

Il debutto arriverà con una due ruote che, per look e dimensioni piuttosto imponenti, sembra prestarsi particolarmente bene per le parate istituzionali, in aggiunta all'uso turistico.

Un motore da 150 CV

La motocicletta elettrica della Aurus si chiama Escort, ha sagoma imponente, cupolino ad altezza variabile e due borse laterali. Ha seduta ampia e sagomata, a prima vista più adatta ad ospitare una sola persona che due.

Aurus Escort

Per quanto riguarda il powertrain, si sa solo che è dotata di un motore elettrico in grado di sviluppare 150 CV di potenza e che può raggiungere 240 km/h di velocità massima. Niente è stato detto per il momento su autonomia o capacità della batteria.

Arriva nel 2022

Per quanto la Aurus Escort sembri pensata in primis per i corpi di polizia, arriverà regolarmente in vendita nel 2022.

In Russia, dove è stata presentata da poco anche un'auto low cost a batteria, non esistono altre moto elettriche simili a questa Escort, ma altri costruttori si sono cimentati con mezzi a batteria a due ruote.

O meglio, tre, nel caso della moto con sidecar della Ural, dall’aspetto più vintage. Senza dimenticare che anche Kalashnikov (il ben noto produttore di armi che realizza l’AK-47), qualche anno fa presentò il progetto per una moto elettrica per scopi militari (così come poi messo in pratica dalla Nuova Zelanda).