E se la Volkswagen ID.3 diventasse anche cabrio? La cosa non era mai stata annunciata, ma su LinkedIn ne parla Ralf Brandstatter, alla guida della divisione “Passenger Cars” della Casa.

E se lo dice “il boss”, potrebbe non essere una cosa campata in aria. Di certo, Volkswagen ha intenzione di allargare notevolmente l’offerta elettrica e i modelli della famiglia ID: ne arriveranno 8 entro il 2023. È anche vero però che la Casa aveva detto di voler rinunciare alle nicchie per concentrarsi sui grandi volumi (con "vittima" ad esempio la ID. Buggy). Ma quindi, la ID.3 Cabrio si farà? 

Libertà en plein air

Intanto c’è già un bozzetto che ne mostra l’aspetto. E poi, ci sono proprio le parole di Brandstatter: “Suona abbastanza attraente – dice – godersi la natura con il tetto abbassato, con le prestazioni di un’elettrica, e avvolti nel silenzio”. Una ID.3 aperta, insomma, potrebbe “trasmettere un senso di libertà completamente nuovo”.

Volkswagen I.D. Buggy

Brandstatter, sempre nel suo intervento, continua affermando che sarebbe tentato di mettere effettivamente in produzione una ID.3 cabrio. E spiega che lui e e i suoi progettisti stanno lavorando per capire se c’è modo di rendere l’auto reale. Non solo: il team di progettazione avrebbe già buttato giù delle linee guida iniziali per la fattibilità del modello. Un annuncio che per le modalità ricorda non poco l'Elon Musk a cui l'industria - e Volkswagen - guarda con sempre maggiore curiosità.

 

La gamma in arrivo

Fino ad oggi, parlando della gamma ID, tutto si era preso in considerazione tranne una Cabrio. La notizia, quindi, genera abbastanza scalpore. Dopo la ID.3, berlina di segmento C, e la ID.4, che è un SUV, la Casa ha già spiegato di avere in mente altri modelli.

Dalla ID.5 (SUV-coupé) alla ID.6, sempre SUV, ma 7 posti. Ci saranno poi la station wagon, derivata dalla concept ID. Space Vizzion, la famiglia di monovolume su base ID. BUZZ e, più avanti, la tanto attesa ID.2, anch'essa su piattaforma MEB, che potrebbe anche arrivare prima del previsto.