La Casa si prepara a dare l'addio ai motori termici. E con la svolta a zero emissioni venderà le auto esclusivamente online

Anche Volvo farà solo auto elettriche da 2030 in avanti. Un percorso iniziato con Polestar (divenuto marchio a sé) e proseguito con la XC40, prima auto a zero emissioni della Casa svedese che oggi pomeriggio presenterà un’altra vettura esclusivamente a batteria.

Non solo, nelle strategie future del brand di proprietà della cinese Geely c’è anche una rivoluzione per quanto riguarda il modo di vendere le auto. L’obiettivo è di trasformare le concessionarie attuali in punti di riferimento per i clienti in quanto a servizi e consegna delle auto ma di spostarsi con decisione verso la vendita online.

La semplificazione dell’offerta

Elettrificazione della gamma e nuovi metodi di vendita porteranno la Casa a sviluppare un’offerta il più possibile razionale e coerente. L’idea è quella di semplificare e di puntare su prezzi “definiti e trasparenti”. È la stessa cosa che già fanno Polestar e l’altro brand del gruppo Geely, Lynk & Co, che tra l’altro è recentemente sbarcato in Europa.

Precetto di Polestar

A leggerla così non può non venire in mente una Casa automobilistica come Tesla, che ha optional ridotti all’osso, poche versioni per ogni modello e metodi di vendita “su internet” che le hanno permesso di fare numeri record anche di fronte al lockdown del 2020.

Sempre più brand a zero emissioni

Abbiamo aperto l’articolo dicendo che “anche” Volvo farà solo auto elettriche perché altre sono le Case che hanno annunciato la stessa decisione: qui trovate il punto della situazione su tutte le Case. Queste le tappe di Volvo:

  • 2025: più delle auto vendute sarà elettrico
  • 2030: tutte le auto vendute saranno elettriche
  • 2040: Volvo sarà completamente carbon neutral

Tornando a Volvo, viene da chiedersi allora se vista la svolta verso l’elettrificazione pura, il marchio Polestar, anch’esso destinato ad un futuro a sole batterie, non torni a rivestire un po’ il ruolo originale, quello di badge riservato alle auto ad alte prestazioni, seppur (a differenza del passato) con modelli propri.