La controllata della major continua a crescere in Europa grazie alle partnership per l'interoperabilità: in Italia intesa con Enel X

L’impegno di Shell sulla mobilità elettrica è sempre più forte: il colosso petrolifero anglo-olandese, attraverso la controllata NewMotion, continua a lavorare alacremente per incrementare la propria rete di ricarica. E grazie agli sforzi degli ultimi due anni è arrivata a contare la bellezza di 200.000 colonnine utilizzabili sparse in 35 Paesi europei.

L’infrastruttura di ricarica di NewMotion è cresciuta anche e soprattutto grazie agli accordi stretti con numerosi operatori in tutto il Continente, e se dal 2009 (anno di fondazione) al 2019, in dieci anni, la società era passata da 0 a 100.000 punti di ricarica, negli ultimi due anni è arrivato il raddoppio per restare al passo con la crescita della mobilità elettrica.

In Italia con Enel X

Tra i partner con cui Shell (e NewMotion) ha stretto accordi ci sono anche Volkswagen Group Charging in Germania, Gronn Kontakt nel Regno Unito ed Enel X in Italia. L’obiettivo nel prossimo futuro è arrivare a 500.000 punti di ricarica entro il 2025. Queste le tappe fondamentali di NewMotion.

  • 2009: fondazione
  • 2010: lancio in Germania
  • 2012: lancio in Belgio
  • 2013: introduzione della carta di ricarica
  • 2016: Vittoria del Red dot award e lancio in Francia e UK
  • 2017: attivazione della centomillesima carta di ricarica
  • 2017: ingresso in Shell
  • 2017: avvio sperimentazione V2G in Olanda
  • 2019: attivazione del centomillesimo punto di ricarica
Shell filling station in Bedford England

“Con l’aumento dell'adozione dei veicoli elettrici siamo consapevoli che gli automobilisti vogliano essere rassicurati sul fatto che la carica non si esaurisca improvvisamente mentre sono alla guida”, ha dichiarato Melanie Lane, CEO di NewMotion

I vantaggi dell’interoperabilità

Continuando ad incrementare la rete di roaming grazie a importanti partnership, NewMotion si pone come obiettivo quello di rendere la ricarica più facile in tutta Europa attraverso l’interoperabilità delle colonnine sia per i privati sia per le aziende. Per questo la compagnia è costantemente alla ricerca di nuovi partner che dispongono di reti "aperte".

Potendo contare su numerose partnership, NewMotion ha già convinto 395.000 automobilisti a registrarsi al proprio portale e a utilizzare la propria carta di ricarica. Queste le partnership avviate recentemente:

Paese Rete Punti di Ricarica disponibili
Austria OAMTC Betriebe 104
Germania Volkswagen Group 1.000
Germania Carging Wirelane 180
Italia Enel X 10.400
Italia Be Smart 84
Italia Hera Comm 296
Scandinavia Renovatio e-charge 304
Regno Unito Gronn Kontakt 200