Visto il periodo, c’è chi ha anche pensato ad un Pesce d’Aprile, ma la questione invece è seria: Volkswagen ha deciso di cambiare il nome della propria divisione elettrica statunitense in Voltswagen of America. Da auto del popolo ad auto elettrica, insomma.

Lo ha detto per prima la CNBC, che ha affermato di essere entrata in possesso di un comunicato stampa che sarebbe dovuto essere diramato il 29 aprile e che è stato per sbaglio reso disponibile per un breve intervallo di tempo. La cosa è stata confermata anche da altri media, tra cui Automotive News, ma interrogata sulla questione, la Casa non ha rilasciato dichiarazioni.

Un logo, due colori

A quel punto, però, difficile glissare sull'argomento, e così la Casa ha anticipato i tempi ed è uscita con una comunicazione ufficiale. Ora, che la Casa di Wolfsburg sia molto concentrata sulla transizione energetica è sotto gli occhi di tutti, ma il fatto che arrivi addirittura a cambiare nome, giocando chiaramente sull’assonanza tra i due vocaboli, è davvero una cosa mai vista.

“Abbiamo cambiato una K con una T, ma quello che non cambiamo è il nostro obiettivo: fare le migliori auto della propria categoria per gli automobilisti e le persone di tutto il mondo – ha detto Scott Keogh, presidente e Ceo di Voltswagen of America – Il concetto di auto del popolo è parte del nostro dna e abbiamo detto sin da subito che nel fare vetture elettriche avremmo prodotto modelli per le masse. Questo cambio di nome segna un forte legame con il nostro passato: passeremo dal fare le auto per le persone al fare le auto elettriche per le persone”.

Il cambio interesserà i soli Stati Uniti, dove la Casa punta evidentemente a dare un segnale ancor più forte di cambiamento. Le auto marchiate Voltswagen, oltre alla diversa sigla, saranno marchiate con lo stesso logo delle altre (quello ristilizzato di recente) ma questo sarà a fondo azzurro anziché blu scuro, colore riservato ai modelli ad alimentazione tradizionale.

2021 Volkswagen ID.4 Volante interno

Si parte con la ID.4

Il cambio di nome negli Stati Uniti (per ora non pare che la stessa cosa possa accadere al di fuori di quel mercato) arriva a pochi giorni dal lancio della ID.4, prima elettrica della famiglia ID sul mercato nordamericano, di cui stanno iniziando le prime consegne.

Se la ID.3 è riservata alla sola Europa, infatti, con la ID.4 Volkswagen ha ufficialmente avviato la propria strategia a zero emissioni a livello globale, andando anche negli Usa e in Cina. La ID.4 non sarà soltanto venduta negli Stati Uniti, ma lì sarà anche costruita. uscirà dalle linee dello stabilimento di Chattanooga, attualmente in fase di ristrutturazione. Lì prenderanno vita anche altre auto realizzate sulla piattaforma MEB che la Casa venderà su quella sponda dell’Atlantico.