Un altro tassello si aggiunge al puzzle di Joe Biden per elettrificare gli Stati Uniti. La House Oversight and Reform Committee ha approvato un nuovo finanziamento da 8 miliardi di dollari per rinnovare la flotta della United States Postal Service (USPS). Il progetto green fa parte del più ampio Postal Service Reform Act.

Dopo il via libera del panel, serviranno i sì definitivi della Camera dei rappresentanti e di tutto il Congresso. Ma il semaforo verde sembra scontato, considerato che la riforma del servizio postale a stelle e strisce sta mettendo d’accordo maggioranza e opposizione.

Presto 165.000 veicoli elettrici

I nuovi fondi si aggiungono ai 6 miliardi già messi in conto a febbraio, quando l’USPS ha stipulato un contratto con Oshkosh Corp (OSK.N) per ricevere fino a 165.000 veicoli elettrici e mettere in pensione quelli a combustione. Ma sembra che i soldi non bastassero per mantenere gli impegni e che servisse una nuova iniezione di liquidità.

USPS , poste Usa

La misura era stata presentata alla Camera da un gruppo di 17 deputati democratici ed era stata sottoscritta anche da Peter DeFazio, presidente della commissione Trasporti. Il piano prevede che il 50% dei veicoli USPS sia full electric nel 2029 e completamente a zero emissioni entro il 2040.

La rivoluzione Biden

Uno sguardo ancora più indietro nel tempo racconta che la conversione del trasporto postale fa parte di un grande piano, annunciato a gennaio da Biden, per elettrificare l’intera flotta pubblica statunitense.

In attesa che il processo di rinnovamento sia completo, i furgoni dei postini continuano a mostrare i segni dell’età, perché girano sulle strade americane dagli anni ’80. Considerato che compiono tratte giornaliere molto brevi, con continue soste e ripartenze, elettrificare significherà anche risparmiare in carburanti e manutenzione.