Ford ha presentato un brevetto che sfrutta la frenata rigenerativa delle auto elettriche in modo piuttosto insolito

Per quanto il loro numero sia in costante crescita, verrebbe da dire che le colonnine di ricarica non siano mai abbastanza. In un futuro sempre più elettrificato, aziende e governi si stanno ingegnando per ampliare la rete di ricarica in tanti modi diversi.

Uno dei più curiosi è quello di Ford: il brand americano ha registrato un brevetto per fornire energia alle auto mentre sono trainate da un altro veicolo.

Il carro attrezzi del futuro?

Prima di tutto è necessario un veicolo per il traino. Questo, spiega il brevetto di Ford, può essere un qualsiasi mezzo pesante come un autocarro o un furgone di grandi dimensioni. Al tempo stesso si potrebbe trattare di un’auto elettrica sufficientemente potente da trainare il veicolo collegato.

A prescindere dal mezzo scelto, si può collegare la propria auto salendo a bordo di una piattaforma con tutte e quattro le ruote o venire trainati esclusivamente con le ruote anteriori. A questo punto, l’auto collegata viene frenata da una serie di sensori e di sistemi per utilizzare, appunto, la funzionalità della frenata rigenerativa.

Il brevetto di Ford per la ricarica in movimento

In altri termini, l’obiettivo di Ford sarebbe quello di creare una sorta di flotta di veicoli per la ricarica in movimento. La soluzione potrebbe essere utile soprattutto per le zone più sperdute dove è difficile trovare una colonnina o un punto di ricarica.

Un’officina in movimento

Secondo la Casa americana, il collegamento non sarebbe solo fisico, ma anche digitale. In alcune situazioni, l’auto trainata può dialogare con l’altro veicolo via Bluetooth o attraverso la rete per comunicare alcune informazioni. Questo potrebbe aprire le porte ad eventuali “officine” in movimento capaci di fornire aggiornamenti specifici ai powertrain elettrici o di risolvere eventuali problemi elettronici.

L’idea è decisamente insolita e vedremo se Ford o altri marchi ne proseguiranno lo sviluppo. È chiaro, comunque, che un vero cambiamento arriverà con la ricarica wireless ad induzione. In Svezia e Germania sono già partite le sperimentazioni con una piccola rete da 200 kW di potenza in corrispondenza dei semafori.

Fotogallery: Il brevetto di Ford per la ricarica in movimento