C'era anche Mate Rimac al celebre Concorso d’eleganza di Villa d’Este, tenutosi nel fine settimana nella storica location di Cernobbio, sul lago di Como. Solo un weekend di svago in un posto incantevole e disseminato di auto da sogno o c'è stato anche qualcosa in più?

In ogni caso, il ceo di Bugatti-Rimac si è goduto un doppio successo al concorso d’eleganza, visto che il premio di Best of the Show è andato proprio a una Bugatti, una Type 57S del 1937, mentre un’altra Bugatti, la Bolide, si è aggiudicata il Design Award. L'ennesimo riconoscimento di massimo prestigio per il marchio.

Solo una piacevole gita?

Guardando i commenti entusiasti pubblicati da Rimac sui suoi canali social personali, si fa fatica a capire se quello a Villa d’Este fosse anche un viaggio d’affari. Nei suoi post, Rimac si complimenta per il doppio successo di Bugatti e si concede commenti entusiasti sulla bellezza delle auto esposte.

 

“Il Concorso d’Eleganza di Villa d’Este è qualcosa di molto speciale – scrive Mate Rimac su Facebook – Che giornata per un car guy!”. Nel post anche una serie di foto e brevi filmati di una giornata sicuramente intensa.

È anche vero che una personalità del suo calibro, in qualsiasi uscita pubblica, difficilmente non stringe mani e non scambia parole con altri pezzi grossi del settore. Quindi, per quanto al momento sia emersa solo la componente di svago, non è detto che proprio da un saluto o una pacca sulle spalle, in futuro, non possa nascere qualcosa. E in ogni caso, un'atmosfera come quella di Villa d'Este potrebbe aver fatto balenare qualche idea al boss di Bugatti-Rimac.

 

All'inizio fu la Concept_One

Quello tra Mate Rimac e Villa d’Este è un rapporto di lunga data. Basti ricordare che ben 10 anni fa, nel 2012, la neonata Casa automobilistica croata proprio a Cernobbio espose la Concept_One, prototipo della prima supercar elettrica realizzata dal brand.

La Concept_One partecipò al concorso nella categoria Concept Cars e Prototipi forte di 1.650 kg di peso e una potenza di 1.088 CV. L’auto diede i natali alla prima supercar elettrica della Casa, che in tempi più recenti ha lanciato sul mercato l’auto di produzione più veloce della storia, la Rimac Nevera.