Autonomia di 320 km e una guida piacevole, col classico brio delle elettriche e un assetto riuscito nonostante il peso delle batterie

Ormai l’auto elettrica quasi non fa più notizia, tanto siamo abituati a vedere versioni a batterie nei listini di vari costruttori, dai premium ai generalisti. Quasi ci stupiremmo nel non vedere una controparte elettrica (o almeno elettrificata) alla presentazione di un nuovo modello. E così sembra assolutamente normale che alla nuova Peugeot 2008 venga affiancata la e-2008, il SUV che ai normali motori benzina e diesel preferisce un piccolo elettrico, con un pacco batterie sistemato sotto il pavimento ad alimentarlo.

Alla base c’è la piattaforma e-CMP, la stessa della 2008 con motorizzazioni classiche, capace di fare la trasformista e montare anche motori elettrici. In gergo si dice “piattaforma multienergia” e serve numerosi modelli come Peugeot 208, DS 3 Crossback e Opel Corsa e, con la fusione tra PSA ed FCA, potrebbe fare da base anche per il revival della Fiat Punto. Ma questa è un’altra storia.

Fotogallery: Peugeot e-2008

Com’è fatta

I “dentoni” sono ormai entrati nel DNA delle nuove Peugeot e dalla 508 in poi i frontali dei modelli del Leone non ne fanno più a meno – nuova 2008 compresa – che nel muso riprende lo stile della sorella 208. Le lame LED verticali attraversano gran parte del paraurti e la mascherina (rigorosamente chiusa) ha un disegno tridimensionale che crea un bell’effetto. Le luci possono essere a LED e in quel caso ripropongono l’ormai classico disegno a “graffi” tipico di Peugeot.

Al frontale in linea con quello della 208 la nuova 2008 associa fiancata e posteriore fortemente ispirati a quelli della 3008, con cofano lungo e piatto e una muscolosità generale accentuata dalle bombature sulle portiere. Dal montante B la linea di cintura sale vistosamente verso il posteriore, dando un aspetto dinamico al SUV francese ma, allo stesso tempo, riducendo la luminosità in abitacolo, penalizzata anche dai montanti posteriori molto massicci. Una scelta stilistica che rinuncia alla moda del “wannabe coupé” mantenendo il tetto dritto, tutto a beneficio di abitabilità e capacità di carico.

Dentro la parentela con la 208 balza nuovamente all’occhio nella plancia, con la nuova incarnazione dell’iCockpit formata da monitor dell’infotainment (da 7” o 10”) in posizione rialzata e in linea con la strumentazione che, a partire dall’allestimento Allure, è 100% digitale e visualizzata su un monitor a colori da 10”, con un pratico e scenografico effetto tridimensionale.

Anche la qualità è quella della nuova 208, fatta di plastiche perlopiù morbide e accoppiate sempre con grande cura. Una qualità che si ritrova anche nel sistema di infotainment, ricco e con l’immancabile compatibilità con Android Auto ed Apple CarPlay e la connettività per controllare da remoto alcuni parametri dell’auto.

Peugeot e-2008

Dalla 208 non è invece ripreso lo spazio, merito della lunghezza che cresce di 14 cm rispetto alla generazione precedente e tocca ora 4,3 metri, con passo di 2,6. Davanti si sta comodi e dietro in 2 si viaggia con agio, mentre in 3 chi siede in mezzo è un po’ penalizzato dal disegno bombato del divanetto. Molto buona anche la capacità di carico di 434 litri, ai vertici della categoria.

Lunghezza 4,3 metri
Larghezza 1,77 metri
Altezza 1,53 metri
Peso 1.548
Capacità di carico 434 litri

Motore

Stessa piattaforma della e-208 e stesso motore: la Peugeot 2008 elettrica infatti monta un piccolo propulsore – di tipo sincrono a magneti permanenti – accoppiato all’asse anteriore. La potenza è di 100 kW (136 CV) accompagnati da 260 Nm di coppia che assicurano uno 0-100 km/h in 8,5” e velocità massima autolimitata a 150 km/h.

Tipo Sincrono a magneti permanenti
Potenza 100 kW
Coppia 260 Nm

Batteria e autonomia

Sistemato sotto il pavimento, per non rubare spazio in abitacolo e abbassare il baricentro, il pacco batterie agli ioni di litio da 50 kWh permette, secondo i dati ufficiali calcolati con lo standar WLTP, di percorrere al massimo 320 km con un “pieno”.

Tipo Ioni di litio
Potenza 50 kWh
Coppia 320 km

Ricarica

Presa domestica e cavo tipo 2 E/F con presa Schuko (di serie su tutti gli allestimenti): in questo caso per ricaricare le batterie della nuova Peugeot e-2008 ci vogliono 17 ore. Un caso limite che difficilmente si presenterà a chi decide di guidare tutti i giorni un’auto elettrica.

Spesso invece si sceglie di installare una WallBox e con la trifase da 11 kW i tempi di ricarica si riducono vistosamente fino a 5 ore e 15 minuti. Se invece ci si attacca a colonnine pubbliche ultraveloci da 100 kW ecco bisogna attendere appena 30 minuti per raggiungere l’80% della capacità degli accumulatori.

Peugeot e-2008

A questo proposito la Casa francese offre la app Free2Move Service, per individuare oltre 130.000 stazioni di ricarica sparse per tutta Europa e pianificare i propri spostamenti in base all’autonomia, con disponibilità in tempo reale delle colonnine adatte alla propria auto. Ma l’offerta per la mobilità elettrica non si ferma qui.

Ci sono 3 differenti pacchetti per rendere più agevole la ricarica della propria 2008 elettrica: il primo si chiama Street, è pensato per chi non ha un box e per 630 euro offre una card per ricaricarsi alle colonnine EnelX per un massimo di 1.350 kWh. Chi un box ce l’ha invece può optare per il pacchetto Home: a 1.300 si ha l’installazione di un wallbox da 3,7 kWh, a 1.500 invece si ha quello da 7,4 kWh. Il terzo e ultimo pacchetto si chiama Full Recharge e comprende le 2 soluzioni precedenti: a 1.930 euro col wallbox da 3,7 kWh e 2.130 con quello da 7,4.

Caricatore di bordo 7,4 kW
Tempo di ricarica a 7,4 kW 8 ore (100%)
Tempo di ricarica a 100 kW 30 minuti (80%)

Come va

La prova di un’auto elettrica richiederebbe sempre qualche giorno, così da capire non solo le qualità del motore e dell’assetto, ma di tutto l’ecosistema che la circonda, dei tempi effettivi di ricarica e della sensibilità delle batterie alle variazioni di temperatura. Tutte variabili che durante le varie presentazioni internazionali non possono essere esplorate, rimandando ogni giudizio approfondito.

Peugeot e-2008

Nonostante il breve tempo a disposizione però i tratti principali della Peugeot 2008 elettrica sono venuti a galla, con il tipico brio delle auto a emissioni zero, accompagnato da un assetto che non sembra risentire dei cerchi da 18” e del peso delle batterie. Il SUV francese non si imbarazza su dossi e piccole imperfezioni, rimanendo piatto anche in curve più veloci.

Accelerazione 0-100 km/h 8,5 secondi
Velocità massima  150 km/h

Viaggiare in elettrico

La Peugeot e-2008 mette a disposizione 3 modalità di guida: eco, normal e sport, con le batterie che vengono più o meno “spremute” prediligendo autonomia o prestazioni, a seconda delle necessità o della voglia o meno di assumere una guida più disinvolta. Guida che avviene nel classico silenzio dell’elettrico, che mette però in evidenza qualche fruscio aerodinamico a velocità autostradali.

Una nota poi sulle due modalità di frenata rigenerativa, una più blanda e la seconda più decisa ma, come già provato sulla 208 elettrica, non così incisiva come su altre elettriche. Da una parte forse sarebbe stato più comodo avere le palette al volante per scegliere tra più livelli di intensità, scelta evitata da Peugeot per non complicare eccessivamente la guida del proprio SUV elettrico.

Peugeot e-2008

Quanto costa

In arrivo nei primi mesi del 2020 la Peugeot e-2008 parte da 38.050 euro con una lista di dotazioni di serie abbastanza ricca che comprende luci automatiche, lane keeping assist, frenata d’emergenza funzionante anche al buio, climatizzatore automatico monozona, selettore delle modalità di guida, cavo di ricarica da 7,4 kW monofase e domestico tipo 2 E/F con presa Schuko.

Al top c’è la GT a 43.850 euro con infotainment con monitor touch da 10”, interni in Alcantara, cruise control adattivo e lane positiong assist, cerchi in lega da 18” e sedili anteriori riscaldabili.

Chi preferisce una formula di noleggio a lungo termine c’è Free2Move Lease People. Per la Allure è previsto un anticipo di 4.100 euro e rate da 385 euro al mese (comprese assistenza, manutenzione, assicurazione e altri servizi). Calcolando una media di 44 euro al mese il costo mensile arriva a 429 euro.