Che la Porsche Macan si appresti a diventare elettrica non è certo una sorpresa. Il cambio di powertrain era già stato anticipato tempo fa e ora, dopo ritardi dovuti allo sviluppo del software, ecco arrivare le prime informazioni preliminare sulla Macan 2024. Quella della rivoluzione.

Si tratta della seconda elettrica pura dopo la Taycan, destinata ad aprire le danze per il resto della gamma: per il 2030 Porsche prevede infatti di avere la trazione a batterie sull'80% (e oltre) dei propri modelli.

Porsche Macan elettrica 2024: la potenza 

Prima di iniziare sottolineo il fatto che i vari dati condivisi da Porsche sono ancora preliminari. Per informazioni più dettagliate bisognerà attendere il debutto ufficiale della Macan 2024, previsto entro la fine dell'anno. 

La potenza della Porsche Macan elettrica è di oltre 612 CV (supera i 450 kW), con una coppia di più di 1.000 Nm e un'autonomia nel ciclo di omologazione WLTP che supera i 500 km indipendentemente dalla versione e dall'allestimento.

Porsche Macan 2024 elettrica prototipo pre-produzione - Foto

Porsche Macan 2024, il muletto

Quando si ricarica ad una colonnina ultra veloce in corrente continua DC, per avere 100 km di autonomia in più bastano 4 minuti di tempo, grazie a una batteria di 100 kWh ("circa", come specificato nel comunicato stampa Porsche) alimentata a 800 V che può arrivare a un massimo di 270 kW di potenza di ricarica.

Porsche Macan 2024, il video dal vivo

Porsche Macan elettrica 2024: la nuova piattaforma PPE

La Porsche Macan 2024 è costruita sulla nuova piattaforma PPE, sigla sta per Premium Platform Electric. È un'architettura dedicata alle auto elettriche sviluppata da Porsche insieme ad Audi.

In pratica è l'equivalente - per le auto alimentate a batteria - della piattaforma MLB che il Gruppo Volkswagen ha usato su molti modelli, in qualche caso anche elettrici: Audi A4, Audi A5, Audi A6, Audi A7, Audi A8, Audi Q5, Audi Q7, Audi Q8, Audi e-tron, Audi Q8 e-tron, Volkswagen Touareg, Bentley Bentayga, Lamborghini Urus, Porsche Cayenne.

La PPE è una piattaforma modulare scalabile, flessibile, che può essere configurata con pavimento e batteria bassi oppure rialzati, per adattarsi a berline, station wagon, crossover e SUV.

Di base il motore elettrico è sul retrotreno con trazione posteriore, mentre le versioni a trazione integrale hanno un secondo motore elettrico sull'avantreno. È un'architettura pensata per dare più spazio interno, permettere la funzione di torque vectoring per distribuire in maniera ottimale la coppia motrice alle ruote e offrire la possibilità di installare le quattro ruote sterzanti.

Porsche Macan 2024 elettrica prototipo pre-produzione - Foto

Porsche Macan 2024, la piattaforma

Al momento, l'altra piattaforma elettrica usata dal gruppo Volkswagen sui suoi modelli di alta gamma è chiamata J1, alimentata anche lei a 800 V come la PPE. La J1 è un'architettura meno moderna, meno universale, ed è stata usata per realizzare la Porsche Taycan le sue derivate Porsche Taycan Sport Turismo e Porsche Taycan Cross Turismo. Oltre che per la Audi e-tron GT. A differenza della PPE, che permette di avere un pacco batteria piatto, su un unico livello, l'architettura J1 obbliga ad avere uno "scalino" nella zona dei piedi dei passeggeri posteriori.

Porsche Macan elettrica 2024: motori e trasmissione 

La nuova Porsche Macan elettrica 2024 utilizza motori elettrici sincroni ad eccitazione permanente (PSM, anche detti a magneti permanenti), come sulla Porsche Taycan. La tensione di alimentazione è di 800 Volt, per ridurre il peso dei cavi ad alta tensione, i materiali per realizzarli e lo spazio di installazione sul veicolo, oltre che per migliorare le prestazioni e il tempo di ricarica.

Porsche Macan 2024 elettrica prototipo pre-produzione - Foto

Porsche Macan 2024, i test in pista

Il motore elettrico posteriore della Macan 2024 è montato in posizione particolarmente arretrata, spostando il bilanciamento dei pesi sul retrotreno con un rapporto 48% anteriore e 52% posteriore.

E, sempre sul motore elettrico posteriore, è montato un sistema di blocco per il parcheggio: quando si lascia fermo il veicolo, un nottolino inserito nella trasmissione impedisce lo spostamento accidentale.

La Porsche Macan elettrica ha un "cambio" con un singolo rapporto, ma a due stadi. In altre parole, gli ingegneri hanno previsto che la potenza e la coppia dei 2 motori elettrici venga trasmessa alle ruote con una trasmissione a velocità singola, che sua volta utilizza due ruote dentate più piccole - quindi a due stadi - invece di una singola grande ruota dentata, per compattare il design. La potenza totale è di oltre 612 CV (supera i 450 kW), con una coppia di più di 1.000 Nm.

Macan elettrica: batteria e autonomia

Tutte le versioni della nuova Porsche Macan elettrica hanno una batteria agli ioni di litio nel sottoscocca con alimentazione a 800 V e una capacità 100 kWh "circa", nel senso che il valore finale verrà confermato alla presentazione del modello definitivo. La batteria è composta da 12 moduli, ognuno contenente 15 celle prismatiche collegate in serie, con un proprio guscio di alluminio dedicato, che le rende anche più stabili delle celle a sacchetto.

Porsche Macan 2024 elettrica prototipo pre-produzione - Foto

Porsche Macan 2024, le batterie

Le celle hanno chimica NMC nichel, manganese, cobalto, distribuiti in rapporto 8:1:1, con una riduzione del 60% nella percentuale di cobalto. Questa composizione porta a una densità di energia superiore di circa il 30% rispetto alla generazione di batterie precedente.

Il pacco batteria è protetto da un involucro nel sottoscocca realizzato in un composito di fibra di vetro, leggera ma robusta, per proteggere da gli urti. Nell'alloggiamento della batteria è integrata anche una piastra di raffreddamento, mentre il riscaldatore ad alto voltaggio ha una potenza di 6 kW e viene usato per riscaldare nei mesi più freddi la batteria e altri componenti ad alto voltaggio.

Ciò mantiene la batteria in una finestra di temperatura ottimale, sia per la guida che per la ricarica rapida in corrente continua DC. È previsto anche il precondizionamento termico tramite il software Porsche Charging Planner.
Anche la riparabilità è stata migliorata: i singoli moduli e altri componenti importanti del pacco batteria possono essere sostituiti in maniera separata in caso di malfunzionamenti.

Porsche Macan 2024 elettrica prototipo pre-produzione - Foto

Porsche Macan 2024, i test in fuoristrada

Porsche Macan 2024 elettrica prototipo pre-produzione - Foto

Porsche Macan 2024, la meccanica

Quando si è in fase di rallentamento, rilasciando il pedale dell'acceleratore o frenando, la Macan elettrica può recuperare fino a circa 240 kW per rigenerare energia elettrica e ricaricare la batteria, con una decelerazione che arriva a 4,3 m/s2, cioè 0.44 g, ovvero quasi "mezzo g" (circa la metà di una frenata intensa), a seconda di quanto il conducente prema sul pedale del freno, in base alla temperatura e allo stato di carica della batteria (SOC).

Quando la frenata è più intensa interviene l'impianto idraulico, mantenendo come sulla Taycan la filosofia Porsche per le sue auto elettriche.

Per non modificare la risposta del pedale freno in base alla quantità di rigenerazione e per far scorrere il veicolo il più possibile sfruttando l'inerzia, l'energia cinetica, quando si rilascia l'acceleratore senza frenare la trasmissione viene scollegata o - a velocità più elevate - messa in modalità di controllo della coppia zero; in una fase successiva della decelerazione, viene attivato il recupero con una decelerazione moderata di 0,6 m/s2 (0.06 g). Ciò corrisponde approssimativamente alla decelerazione generata dalla coppia di trascinamento del motore, che viene comunemente chiamata freno motore nelle auto con sistemi di trasmissione convenzionali.

In alternativa, sulla Macan elettrica chi guida può comunque attivare una funzione di recupero per avere più freno motore.

Porsche Macan elettrica 2024: ricarica a 800 V e 270 kW

Con l'alimentazione a 800 Volt, la Porsche Macan elettrica raggiunge una potenza di ricarica in corrente continua DC pari a 270 kW, per un tempo inferiore ai 22 minuti per andare dal 10% all'80%.

Quando invece ci si collega a una colonnina di ricarica alimentata a 400 Volt, la Macan elettrica si ricarica dividendo il pacco batteria in due unità da 400 V collegati in parallelo, per poterli caricare più velocemente. In pratica è come avere due batterie da 400 V che vengono caricate in parallelo con una potenza massima di 150 kW, facendo in modo che i livelli di carica delle due metà della batteria vengano prima allineati, equilibrati tra loro, prima di essere caricati insieme.

Porsche Macan 2024 elettrica prototipo pre-produzione - Foto

Porsche Macan 2024, la ricarica

La Porsche Macan elettrica ha 2 prese di ricarica nei due pannelli laterali posteriori della carrozzeria. Da entrambi i lati si può ricaricare in corrente alternata AC fino a una potenza di 11 kW, mentre sul lato sinistro è possibile caricare anche in corrente continua DC.
Avere 2 porte di ricarica offre una maggiore praticità di collegarsi dopo aver parcheggiato e, a a richiesta, si possono avere anche gli sportelli ad azionamento elettrico, azionabili tramite un sensore capacitivo dall'esterno o dal display al centro della plancia, nell'abitacolo.

La nuova unità di controllo SACID (Smart Actuator Charger Interface Device) gestisce entrambe le prese di ricarica ed è prevista la funzione plug & charge: disponendo di un account con un provider di ricarica elettrica, si riceve un certificato digitale che viene installato nel software dell'auto, per poter poi attivare le colonnine automaticamente. Con questa chiave software la stazione di ricarica e l'auto comunicano in modo indipendente quando viene collegato il cavo di ricarica, senza dover fornire altre autenticazioni tramite app, RFID o carta di credito.

I progettisti hanno anche lavorato sull'Integrated Power Box (IPB), che integra 3 componenti: il caricabatterie di bordo per la corrente alternata AC, il riscaldatore ad alta tensione e il convertitore DC/DC, per ridurre dimensioni, peso e costi. Il peso totale è di 19 kg, circa 3 kg in meno rispetto ad altre auto elettriche con componenti convenzionali.

Essendo più compatto, questo modulo può poi essere posizionato sotto il sedile posteriore, sopra la batteria, risparmiando spazio. Si tratta di un "packaging" che ottimizza anche la distribuzione del peso sul veicolo, permettendo inoltre di avere più spazio nel bagagliaio anteriore. Per l'IPB, Porsche ha depositato una domanda di brevetto.

Porsche Macan 2024 elettrica prototipo pre-produzione - Foto

Porsche Macan 2024, i test in pista

Porsche Macan elettrica 2024: inverter in carburo di silicio

Rispetto alla Porsche Taycan, sulla Porsche Macan elettrica è stato fatto un importante passo avanti nello sviluppo dell'elettronica di potenza: al posto del silicio, infatti, viene utilizzato il carburo di silicio (SiC) come materiale semiconduttore all'interno dell'inverter a impulsi, montato sull'asse posteriore. Questo riduce le perdite di commutazione nell'inverter e permette al componente di lavorare a frequenze di commutazione più elevate.

Inoltre, a seconda della modalità di guida scelta (e dalle condizioni di guida in cui ci si trova), la coppia motrice della nuova Macan viene distribuita in modo completamente variabile tra l'asse anteriore e quello posteriore.

In un contesto stabile, moderato, con uno stile di guida tranquillo, la trazione è affidata solo al motore posteriore. L'asse anteriore funziona passivamente ma, se necessario, può fornire immediatamente coppia motrice. In questo modo si sfrutta il potenziale di efficienza dell'inverter a impulsi in carburo di silicio, mantenendo in caso di necessità la stabilità di guida di un veicolo a trazione integrale.

Fotogallery: Porsche Macan 2024, i prototipi di pre-produzione