Il gruppo italiano apre alla sperimentazione per il Vehicle to Grid

Continua il percorso di FCA verso un futuro elettrificato e dopo l'annuncio della prossima 500 elettrica, il Gruppo si concentra sullo sviluppo di una forte infrastruttura di ricarica. Per farlo ha siglato un "Memorandum of Understanding" con Terna, uno dei principali gestori di energia a livello europeo. L'obiettivo dell'accordo è quello di sviluppare e sperimentare tecnologie e servizi per la mobilità sostenibile. In particolar modo il V2G.

Il centro di ricerca apre a Torino

A tale scopo, nella sede torinese di Terna, le due aziende apriranno l'E-mobility Lab. Si tratta di un laboratorio tecnologico che rappresenterà il centro nevralgico di tutti i lavori che ruoteranno nell'orbita dell'accordo. Il principale di questi, come dicevamo, sarà quello di testare la capacità dei veicoli elettrici di interagire con le infrastrutture, per sperimentare la capacità delle vetture non soltanto di ricevere energia, ma anche di cederla in particolari momenti.

FCA V2G

Dalla rete all'auto e viceversa

La tecnologia Vehicle to Grid, infatti, rappresenta il sistema migliore per gestire i flussi di energia che in futuro saranno sempre maggiori. Questo perché, con il progressivo aumento delle vetture elettriche in circolazione, ci troveremo davanti a particolari momenti della giornata in cui i picchi di richiesta potrebbero rischiare di mandare in "down" il sistema. Per questo motivo, FCA e Terna stanno lavorando sul V2G, proprio perché questo permette ai veicoli di cedere parte dell'energia immagazzinata nelle batterie per stabilizzare la rete nei momenti di massimo assorbimento.