Il capo Ricerca e sviluppo della Casa, Ichiro Hirose, apre a una versione a batteria (o elettrificata) dell'iconica spider giapponese

Farà molto discutere tra gli appassionati della piccola spider giapponese e non solo, ma la quinta generazione dell’iconica Mazda MX-5 potrebbe essere elettrica o elettrificata.

Ad aprire a questa possibilità è stato nientemeno che il capo Ricerca e sviluppo della Casa, Ichiro Hirose, secondo cui il veicolo più celebre del marchio dovrà rispondere in qualche modo a quelle che sono le attuali tendenze del mercato. Del resto, non sono pochi gli amanti delle auto sportive che sono rimasti affascinati anche dalle performance degli EV (in aggiunta alla crescete attenzione all'ambiente).

Elettrificare la MX-5 è un'impresa complessa

La Mazda MX-5 ha costruito il suo successo su due elementi fondamentali in una spider: leggerezza e piacere di guida. Peculiarità rese possibili grazie all'adozione di un telaio leggero e sofisticate sospensioni, congiuntamente a una distribuzione dei pesi 50/50 e riducendo al minimo il superfluo. Il risultato è quindi una sportiva divertente da guidare, senza mettere in campo cavallerie astronomiche. Ricreare tutte queste sensazioni con una versione elettrica non è certo un gioco da ragazzi, soprattutto alla luce del peso da gestire delle batterie.

"La leggerezza e le dimensioni compatte sono elementi essenziali della MX-5, quindi, anche se applichiamo l'elettrificazione, dobbiamo assicurarci di coniugarla con la leggerezza del veicolo", ha spiegato ad Autocar Hirose.

 

Mazda MX-5 30th Anniversary

Entro il 2030 solo modelli elettrificati 

Una versione elettrica della MX-5 costituirebbe un ulteriore tassello della strategia "green" della Casa giapponese, che entro il 2030 prevede di avere in gamma solo modelli elettrificati. La prima elettrica pura del marchio a vedere la luce sarà il crossover MX-30 svelato all'ultimo Salone di Tokyo, in arrivo nella seconda metà del 2020.



Fotogallery: Mazda MX-5 30th Anniversary