Drag race tra pesi massimi, il super SUV V8 di Sant'Agata sfida quello a batteria di Palo Alto: chi avrà la meglio?

Siamo abituati ad associare i moderni SUV a grandi auto da famiglia pensate per chi ha bisogno di spazio e non vuole rinunciare alla trazione integrale per viaggiare sicuri anche sui fondi a scarsa aderenza. Giustissimo, ma non è tutto. Già, perché oggigiorno i SUV possono essere molto di più. I moderni Sport Utility Vehicle sanno essere non solo comodi e spaziosi, ma anche incredibilmente veloci. Tanto da far impallidire le più "normali" supercar. Lo dimostrano modelli ad alimentazione tradizionale come la Lamborghini Urus, ma anche elettrici come la Tesla Model X.

DragTimes ha quindi messo a confronto questi due "pesi massimi" in una classica gara di accelerazione per vedere quale dei due la vince. Il confronto è molto interessante, perché nonostante le profonde differenze tecniche, a livello prestazionale i due modelli sono molto simili.

A tutta potenza

La Lamborghini Urus è spinta da un propulsore V8 biturbo di 4 litri capace di sviluppare 650 CV, sufficienti a spingere il SUV di Sant'Agata Bolognese da 0 a 100 km/h in 3,6 secondi. Un ottimo risultato considerando la massa che il V8 è chiamata a portarsi dietro: stiamo parlando di 2,2 tonnellate. All'altro angolo del ring, la Tesla Model X P100D con pacchetto Ludicrous Plus risponde con una potenza di 680 CV e uno scatto da 0 a 100 km/h il 3,1 secondi. Anche per la Model X i chili che gravano sulle ruote sono molti, circa 2,5 tonnellate, ma nonostante il peso extra rispetto alla Urus, l'americana ha il vantaggio di poter contare su una disponibilità più immediata di potenza.

Modifiche di sostanza

Come se tutta questa potenza in gioco non fosse già sufficiente, i due esemplari oggetto di questa sfida sono stati ulteriormente modificati. La Urus è stata potenziata portando i cavalli totali fino a circa 725 CV, mentre la Model X è stata alleggerita di circa 90 kg grazie all'eliminazione del vano bagagli anteriore. Il risultato? Beh, non vi resta che guardare il video qui sopra per scoprirlo.