Sono tanti i numeri dietro il Test Center Energy (TCE), un centro di ricerca e sviluppo inaugurato da Seat vicino al Technical Centre a Martorell, in Spagna, che verrà utilizzato per realizzare e produrre i sistemi di alimentazione delle auto elettriche e ibride plug-in della Casa, di Cupra e di altri marchi del Gruppo Volkswagen.

Un po’ di numeri

Costruito in 18 mesi, il TCE sorge su una superficie di 1.500 metri quadrati e ha una capacità di prova da 1,3 MW, equivalenti alla potenza richiesta da 350 famiglie per avere contemporaneamente tutti i dispositivi elettronici accesi o più di 100.000 cellulari in carica.

Il centro può eseguire fino a 6.000 analisi all’anno sulle batterie e i sistemi di ricarica. Ogni accumulatore è sottoposto in media a oltre 17.500 ore di test. In questo momento, il TCE si sta focalizzando sulle celle per le piattaforme MEB (elettriche) e MQB (ibride).

Foto - Il Test Center Energy (TCE) di Seat

All’interno della struttura, spiega Seat, sono compresi diversi laboratori, un’officina per il collaudo dei veicoli e alcune camere climatiche per “simulare così tutte le condizioni meteo che un’auto può incontrare durante il suo ciclo di vita”.

“Grande notizia”

Il Test Center Energy è costato oltre 7 milioni di euro e fa parte del piano di transizione della Casa da 5 miliardi. “Oggi è un giorno importante per il futuro di Seat – ha dichiarato il ceo Wayne Griffiths –. Abbiamo l’opportunità e la responsabilità di cambiare completamente il nostro settore. I fondi del NextGenerationEU potrebbero consentirci di trasformare la nostra ambizione in realtà”.

Foto - Il Test Center Energy (TCE) di Seat

Anche Werner Tietz, vicepresidente per R&D, ha commentato l’inaugurazione: “Il lancio di oggi è una grande notizia non solo per l’elettrificazione dell’azienda, ma anche perché consentirà di posizionarci come punto di riferimento nello sviluppo di soluzioni per la mobilità sostenibile”.

Fotogallery: Foto - Il Test Center Energy (TCE) di Seat