Nel Garage di InsideEvs arriva l'utilitaria di Russelsheim. Ecco le nostre prove per capire dinamica, consumi, ricarica e vita a bordo dell'elettrica

Sei generazioni dal 1982 ad oggi hanno tratteggiato quello che è il cammino della Opel Corsa, capace di rimanere sempre al passo con i tempi. Da Russelsheim al Mondo, passando per un periodo complicato e la rinascita sotto il cappello PSA, che le ha donato una nuova natura, o meglio, una nuova architettura.

E mai come oggi il contenuto plasma anche la forma. L'Opel Corsa di sesta generazione nasce sulla piattaforma CMP, la stessa condivisa del gruppo PSA sia per vetture endotermiche che per vetture elettriche.

Una prova esperienziale

Ecco, "stare al passo con i tempi". Per questo motivo la Opel Corsa è nata prima come elettrica, e poi come endotermica. Ed è lei la protagonista di questa prova, o meglio, di questa esperienza elettrica. Prove differenti, considerando la natura differente.

Di più, considerando anche la natura dell'elettrico, abbiamo deciso di sviluppare la prova su due ambiti: uno più tech, grazie ad Otto Climan, il sommelier della tecnologia su YouTube, ed una più "tecnica" realizzata da noi.

Opel Corsa-e la prova del Garage di InsideEvs.it
Opel Corsa-e la prova del Garage di InsideEvs.it

Carta d'identità

La carta d'identità è chiara: 4 metri di lunghezza, un metro e 76 centimetri di larghezza per 1,43 di altezza. Quello che serve sapere però, è sotto il vestito: pacco batteria da 50 kWh nominali con 216 celle divise in 18 moduli differenti. La potenza è pari a 136 CV e la coppia, immediata, è di 260 Nm. Stile razionale dentro e fuori.

Attenzione però, perchè razionale non significa poco curato, anzi. Apertura keyless come optional, con l'accensione quindi deputata al solo tasto start. Ed una volta alla guida, abbiamo deciso di sottoporla a vari test.

Opel Corsa-e la prova del Garage di InsideEvs.it

Prove elettriche

Il motivo è semplice, cercare di carpirne le anime differenti, legate ai tre drive mode. Eco, Normal, Sport. La prima da utilizzare nel traffico quando si ha bisogno di risparmiare sui kWh, con potenza limitata a 2/3 e gestione ottimizzata della climatizzazione. La Mappatura Normal da usare quotidianamente, mentre la Sport rende la Corsa-e decisamente più brillante in accelerazione, con uno sterzo più diretto e più carico.

Le nostre prove:

- Primi passi
- In città
- Da 0 a 50 km/h
- Recuperare Energia
- Guida Dinamica
- In Autostrada
- A prova di parcheggio
- App e connettività
- Luci nella notte
- Consumi alla mano
- Esperienza alla spina

Carica e scarica

Abbiamo valutato l'Opel Corsa-e in diversi ambiti, ed ovviamente, anche dal punto di vista dei consumi e della fase di ricarica. In ambito cittadino, la compatta riesce a percorrere 13,4 kWh/100 km, fuori porta siamo – ovviamente – scesi come valore a 14,2, mentre in autostrada siamo arrivati a 22,4 kWh su 100 chilometri con cruise control fisso a 120 km/h.

Opel Corsa-e la prova del Garage di InsideEvs.it

In media, dopo una settimana di guida in varie condizioni, ci siamo attestati a 16,6 kWh/100km. Sulla fase di carica, la Corsa-e si mostra con due standard: 100 kW in diretta con la CCS Combo2, ed in alternata a 7,4 kW con connettore Mennekes. A disposizione c'è anche il caricatore di bordo trifase a 11 kW, sfruttabile quindi con colonnine con potenza massima a 22 in alternata.

 

Fotogallery: Opel Corsa-e, la prova del Garage di InsideEvs