L'arma segreta del gruppo Stellantis si chiama eVMP: trazione anteriore o integrale, batterie da 60 a 100 kWh e potenze fino a 335 CV

Con l'annuncio del nuovo nome, Stellantis, il matrimonio tra PSA e FCA prende sempre più forma. Ma oltre alla forma, Carlos Tavares, alla guida della nuova alleanza, punta subito alla sostanza. E durante la presentazione dei risultati finanziari di PSA del primo semestre ha parlato di futuro, che si concentrerà in particolar modo sull'elettrico.

A tal proposito, il manager ha annunciato una nuova piattaforma dedicata alle auto a zero emissioni. Si chiama eVMP, che sta per electric Vehicle Modular Platform. Una notizia particolarmente importante anche per tutti i marchi FCA, con un focus particolare su Jeep, vista la trazione integrale, e perché no anche per un futuro SUV elettrico Alfa Romeo.

Arriva nel 2023

La eVMP sarà la prima piattaforma del gruppo PSA ad essere progettata da zero per soli veicoli a batteria, un po' come la MEB di Volkswagen, la nuova CMF-EV di Nissan e quelle su cui sono al lavoro BMW, Kia e Hyundai.

Al momento la piattaforma su cui sorgono le Peugeot e-208 ed e-2008 e le Opel Corsa-e e Mokka-e è infatti la CMP, concepita per sia per le auto termiche che per le varianti elettriche, in questo caso sotto il nome eCMP. Una sorta di base "ibrida" in grado di adattarsi a diverse esigenze.

La nuova piattaforma, invece, sarà pensata per l'elettrico e sarà poi adattabile a schemi ibridi. Nascerà come evoluzione della EMP2 e permetterà così di abbassare i costi di progettazione e sviluppo. Sarà pronta per il 2023 e debutterà sul mercato con la prossima generazione della Peugeot 3008.

La nuova piattaforma elettrica eVMP sposta la strategia di PSA: FCA può farlo anche

Batterie da 60 a 100 kWh

La piattaforma eVMP sarà adatta ad ospitare sia schemi propulsivi a trazione anteriore o integrale (come accade oggi sulla 3008 Hybrid e Hybrid4, ad esempio) e ospiterà al centro del pianale pacchi batteria con capacità compresa tra i 60 e i 100 kWh. La batteria più grande, su certi modelli, permetterà di raggiungere autonomie di circa 650 km (WLTP).

Per quanto riguarda le potenze, invece, si pensa che sui modelli a quattro ruote motrici, dotati di due motori elettrici disposti uno per asse, si possano toccare i 335 CV.

New eVMP Electric Platform Shifts PSA's Strategy : FCA May Get It Too

Dal 2025 una "sorella minore"

Nel suo intervento, Tavares ha anche spiegato come alla eVMP, dal 2025, sarà affiancata anche una piattaforma elettrica più piccola, evoluzione della eCMP. La prima, infatti, sarà riservata a modelli di segmento C e D, la seconda invece sarà utilizzata per vetture di dimensioni inferiori.

Parlando di possibilità di impiego, infine, Tavares ha rimarcato come Stellantis si componga di 14 "stelle", che sarebbero in realtà i 14 brand di cui il nuovo gruppo è proprietario.

Chiaramente, in uno scenario in cui condivisione di componenti ed economie di scala giocano un ruolo fondamentale, la piattaforma eVMP verrà condivisa da tutti. Che sia un ulteriore passaggio chiave per l'elettrico "italiano" dopo la Fiat 500 elettrica encomiata anche da Mattarella?