La super-elettrica tedesca si prepara a tentare un nuovo record sul Monte Tainmen in Cina

La fame di record della Volkswagen ID.R è insaziabile. Dopo aver registrato i nuovi tempi di riferimento alla Pikes Peak nel 2018, sul temibile Nürburgring Nordschleife e in ultimo sul tracciato di Goodwood, a settembre la super-elettrica tedesca rivolgerà le sue mire sulla Tianmen Shan Big Gate Road, anche nota con il poco rassicurante nome di "Strada per il paradiso". Un nastro di asfalto di 11 km, che attraverso 99 curve si arrampica sul Monte Tianmen, 1.500 km a sudovest di Pechino. L'obiettivo? Naturalmente, essere l'auto più veloce ad affrontare la salita.

Sfida per pochi

Rispetto ad altre imprese portate a termine dalla Volkswagen ID.R, la “China Challenge”, così è stato soprannominato il progetto, rappresenta una sfida particolarmente ostica. Il motivo principale è costituito dalle difficili condizioni del tracciato. Il fondo è irregolare e molti tratti sono particolarmente stretti e, in generale, buona parte della strada è spesso sferzata da venti molto forti. Condizioni in grado di mettere in difficoltà anche un'auto come la ID.R e un pilota come Romain Dumas, che ha già portato l'elettrica tedesca al successo nei precedenti tre record.

VW ID.R China

Numeri da capogiro

Insomma, non sarà un gioco da ragazzi. La strada parte da un'altitudine di appena 200 metri sul livello del mare e in 11 km raggiunge i 1.300 metri. Un dislivello notevole, ma la Volkswagen ID.R ha tutte le carte in regola per poter affrontare anche questa sfida. Lunga di oltre 5,2 metri, larga 2,35, ma alta solo 98 centimetri, pesa 1.100 kg ed è spinta da due motori elettrici, montati uno sull'asse anteriore e uno su quello posteriore a garantire la trazione integrale, per una potenza complessiva di 680 CV e 650 Nm di coppia. Numeri di tutto rispetto, che si traducono in uno scatto da 0 a 100 km/h in appena 2,25 secondi.

Fotogallery: Volkswagen ID.R - Tianmen Shan Big Gate Road