Stavolta non si tratta di una "semplice" accelerazione 0-100 o una drag race, è il cronometro di Tsukuba a parlare: ecco com'è andata

Può una Tesla essere più veloce di una supercar? Difficile pensarlo, ma evidentemente in Giappone non la pensano così. Una Tesla Model 3 in questo caso, con un tuning realizzato da Unplugged Performance, portata sul tracciato di Tsukuba, circuito che gli appassionati di guida e di videogiochi conosceranno alla perfezione. Dunque una Tesla Model 3 più veloce di una McLaren F1. E in questo caso, come per ogni faccenda in pista, a parlare c'è il cronometro: 1'03.3. 

Poche modifiche

La questione interessante è che questa Model 3 Performance aveva praticamente dei setting stradali quando è stata portata in pista. Ancor di più, il pilota era un neofita con le vetture elettriche. La Model 3 non aveva modifiche apposite per un circuito come Tsukuba, ma era equipaggiata con pneumatici OEM di una Porsche 911 GT3 RS 997.

Presentata al Salone di Tokio

La Model 3 portata in pista a Tsukuba era la stessa che Unplagged Performance aveva portato al Salone di Tokio. Un modello che risulta essere il risultato di come il tuning "tradizionale" possa essere applicato a vetture elettriche. La prestazione di Tsukuba non deve essere considerata come un'unicum: già subito dopo la presentazione al Salone di Tokio, la Model 3 aveva girato in 1'04.7, un centesimo peggio del record della McLaren F1.

Va sottolineato come, nonostante il record assoluto di Tsukuba fosse stato battuto dalla Koenigsegg CCR nel 2005, la McLaren F1 è sempre stata per decadi la macchina aspirata di produzione più veloce sull'iconico tracciato nipponico. Un circuito breve certo, ma con sezioni interessanti e probanti, come il sinistra-destra-sinistra di ritorno con 180 gradi, o la penultima curva in appoggio, fino all'ultima curva probante in termini aerodinamici visto l'appoggio necessario per realizzarla velocemente.