La serie limitata della piccola “made in Mercedes” è ora disponibile anche in variante elettrica, con un'autonomia di 160 km

smart è tra i primi brand ad aver compiuto la “grande svolta” verso l'elettrico. Già da quest'anno, infatti, l'intera gamma della piccola di “casa Mercedes” è composta unicamente da modelli 100% elettrici. E questo percorso di elettrificazione passa anche per le tante edizioni speciali che da sempre animano il listino smart. L'ultima in ordine di tempo a “prendere la scossa” è la serie limitata parisblue, con la variante EQ (realizzata in 50 esemplari) che affianca quella con motore a benzina da 90 CV.

Il brand smart è da sempre sinonimo non soltanto di mobilità urbana, ma anche di personalizzazione e attenzione per il tailor made. Un'attenzione che da diversi anni a questa parte si traduce nel lancio di una moltitudine di edizioni limitate, proprio come la parisblue, che ora, come il resto della gamma, passano all'elettrico. Dal mese di giugno, infatti, il costruttore tedesco ha ufficialmente abbandonato i propulsori tradizionali, passando alla produzione di modelli esclusivamente elettrici.

Grintosa fuori

Pensata per chi cerca un'auto che non passa inosservata tra i semafori della città, la smart parisblue è disponibile negli allestimenti Brabus Style e superpassion e si caratterizza per la tinta sapphire blue della carrozzeria. Lo stesso colore viene ripreso anche dalla grande calandra al centro della quale trova posto il logo smart. A completare il look inedito degli esterni ci pensano i cerchi in lega. Per chi cerca uno stile più minimal ci sono quelli da 16”, mentre chi non vuole rinunciare a un tocco di sportività in più può optare per i Brabus con misura differenziata da 16” davanti e 17” dietro. Di serie anche il pacchetto Led & Sensor, che arricchisce la parisblue delle luci diurne led e del sensore luci/pioggia.

smart parisblue 2019

Pratica ed elegante dentro

Tanti i dettagli esclusivi anche per gli interni, dove il “pacchetto comfort” offerto di serie permette di contare sulla presenza dei sedili riscaldati che, a scelta, possono anche essere rivestiti in pelle. Ma chi l'ha detto che il lusso e l'esclusività non possano andare di pari passo con la praticità? Ecco quindi che sulla parisblue viene offerto di serie anche il “pacchetto vano portaoggetti” che permette di poter contare su un gran numero di scomparti e vuotatasche, molto utili nella vita di tutti i giorni.

Non manca poi la tecnologia grazie al “pacchetto Cool & Media”, che comprende il sistema di infotainment con schermo da 7” sul quale vengono trasmesse le immagini catturate dalla telecamera di retromarcia ed è dotato anche di navigatore satellitare.

Fino a 160 km di autonomia

Ad alimentare la smart fortwo parisblue provvede un motore elettrico trifase con una potenza di 41 kW, con un picco di 60 kW e 160 Nm di coppia, che assicura uno scatto da 0 a 100 km/h in 11”5 e una velocità massima di 130 km/h. La batteria, invece, ha una capacità di 17,6 kWh e assicura un'autonomia di 160 km. A proposito di autonomia, selezionando la modalità “eco” è possibile limitare il consumo di energia sfruttando il sistema di recupero in frenata che modula il suo intervento in funzione del traffico intorno alla vettura.

smart parisblue 2019

Tanti modi di ricaricare

A proposito di ricarica, la smart parisblue viene offerta di serie anche con caricatore da 22 kW. Questo permette di ricaricare l'auto dal 10% fino all'80% in appena 40 minuti sfruttando una colonnina. La ricarica attraverso la tradizionale rete domestica, invece, richiede un tempo compreso tra le 6 e le 8 ore. In alternativa, scegliendo il wallbox incluso nell'E-go Package, è possibile caricare la parisblue in un tempo che va da un minimo di 40 minuti a un massimo di 3 ore e mezza.

A portata di smartphone

Come il resto della gamma EQ di smart, anche la parisblue può contare su un elevato livello di connettività. Grazie ai servizi “ready to”, infatti, è possibile controllare da remoto alcune funzioni del veicolo come lo sblocco delle portiere e accedere ad aggiornamenti over the air. Inoltre, grazie alle funzioni “rady to park” e “ready to charge”, è possibile cercare e prenotare un parcheggio tramite il cellulare e programmare la ricarica se il posteggio è dotato di una colonnina. Con la app EQ control, infine, si può monitorare in tempo reale lo stato della batteria oppure gestire la ricarica e attivare il climatizzatore da remoto.

Fotogallery: smart parisblue 2019