Il pickup "spaziale" va a ruba, lo hanno ordinato già quasi 150.000 persone e Musk gongola: "Neanche un dollaro per la pubblicità"

Da circa 48 ore il mondo dell'automobile, e non solo, non parla d'altro. Cybertruck sì o Cybertruck no. Il nuovo pickup Tesla ha un design che spiazza, ma di fronte a facili critiche e prese in giro ha raccolto anche tanti estimatori. Un mezzo così solo Elon Musk se lo poteva permettere. Mr. Tesla ha osato più di ogni altra volta (e non è uno che si vergogna ad andare sopra le righe) e, di nuovo, sembra aver vinto.

Già, perché con il solito tweet ha diffuso dati sbalorditivi: sono già 146.000 i depositi - da soli 100 dollari però, facciamo notare noi - effettuati sul sito per prenotare il pickup. Interessante anche vedere il mix di (pre)vendita.

La Dual motor è la versione preferita

Andando più nel dettaglio, sebbene il prezzo di attacco del pick-up nella versione a motore singolo sia veramente conveniente con i suoi 39.900 dollari, solo il 17% delle prenotazioni (24.820) coincidono con l’allestimento entry-level. La versione più scelta è la Dual motor con il 42% dei depositi (61.320 euro) mentre la più potente con le tre unità elettriche segna il 41% (59.860).

 

Un record a tutti gli effetti per la Casa californiana che come conferma il patron della Casa di Palo Alto, è stato raggiunto senza una vera e propria campagna pubblicitaria. Un dato che sottolinea la strategia di Tesla in termini di marketing e che allo stesso tempo dimostra come Tesla riesca a smuovere il mercato automobilistico grazie ai suoi modelli innovativi. 

Fotogallery: Tesla Cybertruck

Il confronto da capogiro

Per farvi capire meglio perché questi dati segnano un record, basta pensare che la Volkswagen ID.3, il primo modello della gamma di veicoli elettrificati ID. della Casa tedesca, ha raggiunto un totale di 30.000 prenotazioni sul sito con un anticipo rimborsabile di 1.000 euro. D'accordo, si tratta di una cifra dieci volte superiore, ma che non può giustificare da sola il diverso successo dei due modelli.

È ancora presto per tirare le somme ma il pickup 100% elettrico di Tesla sembra che possa scrivere, al debutto sul mercato, una nuova pagina nel mondo della mobilità a zero emissioni.