L'azienda giapponese accelera sulla mobilità a zero emissioni e lancia una nuova gamma di powertrain

L'azienda giapponese Nidec, specializzata nella prodzione di componenti elettrici, ha colto l'occasione della difusione dei dati finanziari del quarto trimestre 2019 per annunciare un ambizioso piano d'espansione. L'idea è di puntare sulla produzione di motori per auto elettriche al fine di allargare il propriogiro d'affari e, a detta dei vertici aziendali, di triplicare i guadagni. 

Il salto avverrà proprio sfruttando le competenze maturate nella realizzazione di motori elettrici per altri usi e applicandole in campo automotive, cavalcando la crescita del settore delle vetture a zero emissioni. 

external_image

Il cuore pulsante di PSA

In verità, la Nidec produce già componenti per auto elettriche e ibride. Motori, ma anche, tra le altre cose, trasformatori e trasmissioni. Il settore rappresenta circa il 20% dell'attività aziendale. In Europa ha in PSA in cliente più grande. Nidec, infatti, è un partner chiave della transizione energetica del gruppo francese e rifornisce lo stabilimento francese di Trémery, che è stato inaugurato ufficialmente lo scorso 20 novembre e dove vengono assemblati i veicoli elettrici e ibridi dei vari brand. 

La nuova fabbrica, che per il 2020 produrrà 120.000 unità, passerà a 180.000 già nel 2021 e, nel 2025, arriverà a 900.000 vetture all'anno.

external_image

L'impegno sul mercato cinese

Nidec è molto attiva anche in Cina e fornisce il powertrain elettrico della Aion S, una berlina prodotta dalla GAC, Casa con la quale l'azienda giapponese ha anche creato una joint-venture per la produzione di motori e componenti elettrici in loco e che ha portato alla realizzazione di più 33.000 powertrain

external_image

Tanti motori per tante potenze

Con l'annunciato piano d'espansione, Nidec ha già stabilito il ruolino di marcia nei dettagli. Al motore Ni150 della Serie EX da 150 kW presentato lo scorso aprile, infatti, affiancherà nuove unità in arrivo a breve, sempre appartenenti alla Serie EX. Quest'anno sarà la volta del Ni100 (100 kW), mentre nel 2021 e 2020 arriveranno rispettivamente il Ni70 e il Ni50, da 70 e 50 kW di potenza. Nel 2023 la gamma si amplierà ulteriormente, verso l'alto, con il Ni200 (da 200 kW). Nel 2020, però, è prevista la produzione di un motore basato su un'innovativa architettura integrata.

external_image

Una crescita che passa anche dalle acquisizioni

Nidec ha intenzione di espandersi sia attraverso una crescita interna, che porterà anche ad un'aumento dell'organico, sia attraverso acquisizioni e partnership commerciali. Solo così potrà passare da un fatturato 1.550 miliardi di yen (12,6 miliardi di euro) a 5.000 miliardi di Yen (42 miliardi di euro) nel 2025 e a 10.000 miliardi di yen (83 miliardi di euro) nel 2030. Il tutto, evolvendo la produzione verso motori elettrici sempre più compatti, leggeri ed efficienti.

external_image