La casa di Milwaukee punta sulla mobilità EV, ed ha rilasciato all'ufficio sulle proprietà intellettuali dell'Unione Europea due nuovi loghi

La mobilità elettrica di Harley-Davidson ha preso forma in maniera consistente con la presentazione della propria LiveWire. Un primo passo che prosegue spedito in quello che è un percorso che passerà non solo - e semplicemente - per il mondo motociclistico. Difficile immaginare diversamente, considerando come stiamo parlando di un'entità quasi leggendaria; eppure anche Milwaukee ha deciso di evolversi puntando alla mobilità alternativa con le e-bike, e depositando due loghi. 

Sviluppo elettrico

La casa americana non ha avuto timore di presentare dei prototipi elettrici di e-bike in varie sue conformazioni, sotto forma di moped, e-bike, ed una mid-power sullo stile delle flat tracker. Avevamo avuto modo di vederle dal vivo attraverso gli occhi dei nostri cugini di OmniMoto.it durante la presentazione della LiveWire a Portland, ed anche al salone Eicma di Milano, si erano intravisti dei prototipi futuri che potrebbe dunque cambiare l'immagine di Harley-Davidson. 

Harley Davidson logo elettrico

Due nuovi loghi

Dunque, ecco quindi il deposito di due loghi presso l'ufficio sulle proprietà intellettuali dell'Unione Europea. Due declinazioni grafiche distinte, accomunate dal simbolo elettrico a sottolineare la vicinanza e l'appartenenza con il mondo EV.

Il primo logo infatti, risulta essere una versione aggiornata e stilizzata della classica bar-and-shield di Milwaukee, mentre il secondo, con una struttura circolare, risulta essere una novità, pur mantenendo un carattere piuttosto vintage. 

Ancora non è dato sapere fino in fondo quali saranno gli sviluppi in termini di strategia e piani di produzione. Sicuramente la volontà è conclamata e definita: Harley-Davidson vuole entrare in pianta stabile nel mondo dell'elettrico e della mobilità alternativa. 

Fotogallery: Harley Livewire EICMA