XJ, J-Pace e Road Rover: basate tutte sulla piattaforma MLA dovrebbero essere prodotte in Inghilterra e arrivare nel 2021

Nonostante il fenomeno pandemico mondiale, il gruppo Jaguar Land Rover continua a puntare sull'elettrificazione, prevedendo di convertire una fabbrica del Regno Unito per produrre tre nuovi modelli elettrici.

La casa ha annunciato nel 2019 che la fabbrica di Castle Bromwich vedrà l'abilitazione alla costruzione della XJ endotermica, ma anche una versione elettrica della berlina di punta del giaguaro. Su questa novità, la stessa casa prevede il debutto nel 2021, avrà uno stile non convenzionale, ed avrà un prezzo vicino alla Tesla Model S.

Non Solo XJ

La stessa fabbrica costruirà anche la Jaguar J-Pace, il SUV elettrico che si posizionerà in gamma sopra l'attuale I-Pace nella gamma Jaguar -ed un modello Land Rover che è avevamo anche accennato nel nostro video sulle novità 2021, la Road Rover.

Tutti e tre i modelli sono basati sulla piattaforma MLA - Modular Longitudinal Architecture - che può anche ospitare propulsori ibridi a combustione interna e plug-in. Certo è che la stessa piattaforma sosterrà anche la prossima generazione di Land Rover Range Rover, Range Rover Sport e Discovery.

Pacco batteria unico 

Si sa poco invece sulla J-Pace ma sopratutto sulla "Road Rover" (bisognerà capire al riguardo quale sarà il suo nome definitivo), ma sul primo si sa che sarà declinato sia con versione endotermica che elettrica.

Quel che sappiamo però, riguarda la capacità: tutte le nuove vetture basate sulla piattaforma MLA dovrebbero avere una batteria da 90,2 kWh. Non è dato sapere invece se la Jaguar I-Pace, oggi delegata a Magna Steyer, potrebbe quindi rientrare tra i ranghi inglesi in termine di produzione o se rimarrà all'interno dei confini austriaci.