Ad appena 5 anni dalla nascita, VinFast sbarca già nel Nuovo Continente. Il costruttore vietnamita ha firmato un memorandum d’intesa (MOU) per costruire uno stabilimento nella contea di Chantham, nella Carolina del Nord.

Con un investimento da 4 miliardi di dollari, l’impianto sorgerà su un’area di 800 ettari e sarà costituito da 3 aree principali: una dedicata alla produzione e all’assemblaggio di vetture e autobus elettrici, un’altra destinata alle batterie e l’ultima riservata ai vari componenti.

Si parte nel 2024

La posa della prima pietra è prevista già nel 2022, mentre la fine dei lavori è fissata a luglio 2024. Ma questa sarà solo la fase 1 della costruzione dello stabilimento, che in futuro sarà ulteriormente allargato. Fra due anni, comunque, la capacità produttiva dovrebbe raggiungere i 150.000 veicoli all’anno. Per il dopo, si parla di 250.000.

 

Qui nasceranno i SUV elettrici VF 8 e VF 9, disegnati da Pininfarina e rispettivamente a 5 e 7 posti. Entrambi erano stati presentati al CES 2022 di Las Vegas, con i nomi provvisori di VF e35 e VF e36. Poi il cambio di denominazione. Alla kermesse in Nevada, è seguito il lancio di VF 5, VF 6 e VF 7, per i segmenti A, B e C.

Saranno venduti anche in Europa, dove la Casa ha in mente un fabbrica. Questo si aggiungerebbe, eventualmente, a quello in patria, ad Haiphong, che potrebbe dare luce e 950.000 auto all’anno dal 2026. A fine anno, invece, sarà pronta la struttura per batterie da 5 GWh, ad Ha Tinh.

Perché è importante

L’importanza di uno stabilimento in America, comunque, viene spiegata da Le Thi Thu Thuy, vicepresidente di Vingroup e ceo di VinFast Global. “Avere un impianto di produzione direttamente sul mercato aiuterà VinFast a gestire in modo proattivo la sua catena di approvvigionamento, mantenere prezzi stabili e ridurre i tempi di fornitura dei prodotti, rendendo i nostri veicoli elettrici più accessibili ai clienti e contribuendo alla realizzazione degli obiettivi ambientali locali”.

Vinfast al CES 2022

La fabbrica è però un win-win, perché a guadagnarci è anche la Carolina del Nord. Lo spiega il governatore Roy Cooper. “Il progetto di VinFast porterà molti buoni posti di lavoro (più di 7.000, ndr) nel nostro Stato, insieme a un ambiente più salubre man mano che più veicoli elettrici si metteranno in viaggio per aiutarci a ridurre le emissioni di gas serra”.