"In questi tempi la percezione dell'automobile è completamente cambiata. Non è più un mezzo di trasporto, ma qualcosa che ci permette di fruire di un’esperienza”. Così, sul palco degli Electric Days 2022, spiega il concetto moderno di veicolo Salvatore Basile, Operation Manager di Experis Italia, per iniziare a mettere a fuoco come le competenze dei lavoratori dovranno restare al passo di una tecnologia in vorticosa evoluzione.

“L’esperienza – continua Basile – riguarda tutto quello che c’è intorno e all’interno di una vettura e si compone di tutta una serie di servizi che accompagnano conducente e passeggeri durante la loro permanenza a bordo”. Ci si riferisce alla navigazione in tempo reale, alla programmazione e gestione delle ricariche, all'analisi dell'efficienza e dei consumi. Tutti elementi “nuovi”, che come tali bisognerà essere in grado di gestire.

L'innovazione come opportunità

È in questo scenario che Experis trova nuovi ambiti in cui calarsi. L’azienda, infatti, è la struttura del gruppo Manpower che si occupa di innovazione tecnologica. In particolar modo, si concentra su tutto quello che riguarda l’information e communication technology: le strutture e le architetture software, l'intelligenza artificiale, il cloud. Temi su cui Experis aggrega tutta una serie di competenze tecniche e ingegneristiche per dare supporto ai propri clienti su vari livelli, dall’outsourcing alla formazione.

“L’auto sarà qualcosa che arriverà a somigliare sempre di più a un telefonino – continua Basile – e nascerà su piattaforme che saranno sia meccaniche sia elettroniche, meccatroniche appunto. Le piattaforme saranno aggiornate come con i moderni cellulari, over-the-air. Ma questo porta con sé tutta una serie di problemi legati al cloud e alla cybersecurity. Un fiume di dati sarà condiviso, diffuso e analizzato, e questo dovrà essere fatto in modo sicuro”.

Il progresso offre nuove occasioni di business e può migliorare la qualità della vita, ma richiede un approccio puntuale e analitico.

Foto - Electric Days 2022
Salvatore Basile sul palco degli Electric Days 2022

Nuove tecnologie, nuove competenze

Un nuovo modo di intendere l’auto che implica nuove professionalità e nuove aree di lavoro.

“Ad oggi, da un nostro studio interno, possiamo affermare che le competenze più ricercate sono quelle che si trovano meno sul mercato – spiega Basile –. Il 76% delle aziende italiane fa fatica a trovare lavoratori formati. Servono figure legate all’automazione, all’ingegneria del software e dell’intelligenza artificiale, un campo, quest'ultimo, che tra qualche anno arriverà a impiegare ben 97 milioni di persone”.

Più in generale, secondo Experis, il mondo del lavoro si sta avviando verso una fase fatta di figure professionali nuove, dotate di nuove capacità. Per questo anche il mondo della formazione dovrà farsi trovare pronto, avventurandosi in campi ancora inesplorati e con metodi diversi. Solo così si potranno formare persone qualificate e in grado di calarsi negli scenari futuri.

In questo processo di rinnovamento che interesserà mondo del lavoro e mondo accademico, Experis intende svolgere il ruolo di collante e di facilitatore sia a livello di crescita personale - grazie a corsi e master a tema - sia a livello di creazione di un network di soggetti che possa contribuire alla nascita di un ecosistema d’eccellenza.