Zero emissioni non solo allo scarico, ma anche durante la ricarica. L’auto del futuro passa anche da qui, da questo mix sostenibile al 100%. Lo sa bene Kallista Energy, società energetica francese specializzata in rinnovabili, che sta lanciando un progetto molto interessante in Francia.

L’idea è di costruire, entro 5 anni, 90 stazioni di ricarica ad alta potenza, la maggior parte delle quali collegate a turbine eoliche. Il progetto è già sbarcato in Normandia, precisamente a Vernon-Douains, lungo l’autostrada A13 (uscita 16), a circa 80 chilometri da Parigi.

“Ricarica in 3 minuti”

Certo, manca l’elemento fondamentale, cioè l’allaccio all’impianto eolico, perché la zona è sorvolata dagli aerei e perché la seconda fase del programma partirà nel 2023. Ma l’infrastruttura è già attiva e ospita 4 punti di ricarica da 360 kW.

Windmills for electric power production in Aragon Spain

“Con questi terminali, sarà possibile recuperare fino a 100 chilometri di autonomia in meno di 3 minuti”, fa sapere Kallista. Specifichiamo però che una tale performance è possibile solo con batterie ad altissime capacità. In ogni caso, il player transalpino punta a trasformare la ricarica in “sinonimo di velocità e tranquillità”.

Il basso costo che serve

La costruzione di ogni stazione riceverà anche finanziamenti pubblici. L’infrastruttura più grande (o forse anche più di una) conterà ben 48 punti di ricarica. “Con l’impennata dei prezzi dell’elettricità – sostiene Frederic Roche, presidente di Kallista –, la produzione di energia a basso costo è l’ideale”.

La stazione a Vernon-Douains “consentirà di ricevere i feedback degli utenti per offrire il miglior servizio agli automobilisti, indipendentemente dalla marca e dal modello del loro veicolo”.