La Trinity continua ad essere argomento di discussione in casa Volkswagen. Lo sviluppo dell’ammiraglia pioniera per design e tecnologia procede molto a rilento e ciò sta portando il nuovo management del marchio a ripensare l’intera strategia di produzione e lancio del modello.

A tal proposito, l’idea dell’ex ceo Herbert Diess era di costruire l’auto in un nuovo impianto da 2 miliardi di euro e di presentare la vettura entro il 2026. Il nuovo management, però, ha messo in forte dubbio il progetto.

Un ritardo che crea opportunità

Secondo il report di Automotive News Europe, gli ingegneri tedeschi sarebbero in ritardo di circa due anni sulla tabella di marcia. Ecco perché la produzione potrebbe partire non prima del 2028, anche se alcuni analisti stimano addirittura il 2030.

Entro quegli anni, è probabile che buona parte dei modelli con motore termico di Volkswagen venga ritirata dal mercato lasciando così spazio alla Trinity sia nel listino che nelle linee di produzione dello stabilimento “madre” di Wolfsburg.

Le forme della Volkswagen Trinity anticipate da un teaser

Al riguardo, il nuovo ceo Thomas Schaefer ha rivelato che la Trinity “si farà davvero”, mentre il nuovo impianto ha solo il “50% di possibilità di nascere”. In ogni caso, una decisione definitiva verrà presa entro febbraio 2023”.

Nuova identità

Non c’è solo incertezza sulla produzione, ma anche sulla vettura in sé. La Trinity è stata presentata attraverso vari teaser come una filante ammiraglia con un coefficiente aerodinamico bassissimo per migliorare l’autonomia. A quanto pare, la nuova dirigenza avrebbe cambiato i piani preferendo un SUV crossover per “avvicinarsi maggiormente ai gusti del mercato”.

Il progetto Volkswagen Trinity potrebbe essere stato preso in giro da Herbert Diess

Un bozzetto della Volkswagen Trinity

Che sia berlina o SUV, comunque, la Trinity monterà tecnologie all’avanguardia e sarà la prima Volkswagen ad equipaggiare la guida autonoma di livello 4. Proprio il software per la guida automatizzata è tra le principali cause del ritardo della Trinity, ma Volkswagen sembra decisa ad andare fino in fondo per lanciare davvero il suo guanto di sfida a Tesla.

Fotogallery: Herbert Diess mostra i primi bozzetti del progetto Trinity