Dicembre, tempo di regali. Tra questi, volendo, potete chiedere a Babbo Natale una Tesla Model 3 o una Tesla Model Y: è il momento giusto. Perché la Casa, in America almeno, offre un generoso sconto di 7.500 dollari sui due suoi modelli più venduti.

L’operazione, che resta in vigore fino a fine anno, ha un significato ben preciso: spingere sulle vendite. Il che significa, a volerla vedere da un’altra prospettiva, che in questo finale del 2022 gli ordini stanno calando. Per far fronte a questa contrazione della domanda, già a inizio mese Tesla aveva iniziato a offrire uno sconto di 3.750 dollari. Ora lo ha addirittura raddoppiato.

Da gennaio ci sarà lo stesso risparmio… in tasse

La mossa della Casa precede l’arrivo negli States di un nuovo credito di imposta che dal primo gennaio consentirà a chi compra una Tesla di avere un risparmio di 7.500 dollari. Il “bonus” federale viene ristabilito a partire dal 2023 dopo che era stato interrotto a causa del fatto che Tesla aveva sforato il limite di 200.000 auto vendute oltre il quale il credito non era più richiedibile.

Ma tornando al presente, “Questo è un segno di qualche scricchiolio nella domanda – ha commentato l’analista di Wedbush Dan Ives -. E non è un segnale incoraggiante per Tesla, che si avvicina alla fine dell’anno con ordini più bassi del previsto”. Colpa, principalmente, di una concorrenza sempre più agguerrita.

Tesla Model 3 restyling

La Tesla Model 3

Il +50% è a rischio

Il fatto è che Tesla aveva promesso che sarebbe cresciuta del 50% rispetto al 2021 e con questo rallentamento finale rischia seriamente di non raggiungere l’obiettivo. Zachary Kirkhorn, cfo della Casa, aveva già annunciato che non sarebbe riuscita a rispettare le promesse, ma Elon Musk in persona, poco dopo, è intervenuto per smentire il suo braccio destro. E quindi?

Quindi Tesla è a un passo dallo storico risultato, ma un po’ per colpa dei problemi di logistica che ha già riscontrato (come tutte le altre Case del resto) nei mesi scorsi un po’ per questo calo di domanda, potrebbe non coglierlo. Da gennaio a settembre l’azienda ha consegnato 908.573 vetture. Un bel risultato considerando che nell’intero 2021 non era andata oltre le 936.000 unità. Però, per arrivare al tanto agognato +50% avrebbe dovuto fare un quarto trimestre stellare: 490.000 auto in 90 giorni. Invece, si pensa che arriverà sì e no a 431.000, chiudendo l’anno con 1.341.000 vetture.

Fotogallery: Tesla Model Y Rosso Micalizzato e Grigio Scuro Metallizzato