Si parla spesso del 2035 come orizzonte temporale entro il quale l'intera produzione europea di autovetture dovrà essere convertita in elettrico. Ma nel resto del mondo cosa succederà? Indipendentemente da quelle che sono o saranno le normative messe in atto dalle varie nazioni, ci sono alcuni costruttori che si stanno già muovendo da questo punto di vista.

Tra queste spicca Honda, che nel corso del Salone di Shanghai ha annunciato che dal 2035 proporrà solo più automobili completamente elettriche sul mercato Cinese, uno dei più grandi e impattanti in termini di emissioni a livello mondiale.

Zero emissioni anche in Cina

Il processo di elettrificazione della gamma cinese di Honda è già cominciato ed entrerà nella sua fase più calda nel 2027, data entro la quale tutti i modelli endotermici saranno progressivamente mandati in pensione per lasciare spazio alle elettriche. L'obiettivo finale, ovvero offrire solo modelli a batteria nell'intero mercato cinese, verrà raggiunto nel 2035. 

Un processo di elettrificazione, quindi, che segue in maniera piuttosto fedele quello che è e sarà l'iter di passaggio all'elettrico in Europa. In questo modo, Honda contribuirà a dare maggiore valore alle decisioni prese dall'Unione Europea, portando questo approccio green anche nel resto del mondo.

Honda e GT Concept 1

Honda e:N GT Concept 

10 elettriche entro il 2027

Al fine di raggiungere tale scopo, al Salone di Shanghai Honda ha presentato quattro nuovi modelli elettrici: l'e:NP2 e l'e:NS2, il Suv e:N che sarà lanciato nel 2024 e l'e:N GT, un prototipo al quale dovrebbe seguire la variante di serie nel 2025.

Oltre a questi quattro modelli, nei prossimi anni vedremo il debutto di molte altre vetture. Secondo i piani di Honda, entro il 2027 saranno ben dieci i nuovi modelli completamente elettrici che verranno lanciati sul mercato cinese.