In Europa ci sono sempre più Supercharger V4 Tesla. Con tre nuove stazioni installate a luglio, il numero totale di siti V4 noti è arrivato a quattro. 

La prima installazione c'è stata ad Harderwijk, nei Paesi Bassi, a marzo ed è stata aperta ai veicoli non Tesla da aprile, la seconda stazione è stata inaugurata a Clermont-Ferrand, in Francia, all'inizio di luglio.

Il quarto sito di ricarica V4 si trova a Graz, in Austria, dove gli appassionati di Tesla hanno notato che gli erogatori sono dotati di un display e di un lettore di carte bancarie contactless.

La notizia corre sui social

Nei giorni scorsi abbiamo avuto notizia del terzo sito di ricarica V4, anch'esso situato in Francia. Alcune immagini dei siti sono state fornite da Esther Kokkelmans:

 

Il quarto sito di ricarica V4, come dicevamo, si trova in Austria e gli stalli sono dotati di display e lettore di carte per essere conformi alle normative europee, che richiederanno questa opzione di pagamento di base (senza la necessità di essere membri di una particolare rete di ricarica).

Come sappiamo anche altre reti di ricarica europee, che si basavano solo sulle proprie carte di accesso o sulle app per smartphone, si stanno adeguando.

Qualche dettaglio in più nel video

Come si può vedere nel video qui sotto, gli stalli di ricarica V4 in Europa sono compatibili con lo standard Combined Charging System (CCS2), mentre il display e il lettore di carte bancarie contactless si trovano sotto il supporto della spina.

 

Una nota a margine: anche le vecchie Tesla Model S e Model X possono utilizzare i caricabatterie compatibili con lo standard CCS2 con un adattatore. Questo perché, nei primi tempi, Tesla utilizzava una presa di ricarica diversa (compatibile con la CA di tipo 2, ma per scenari di ricarica sia CA che CC).

L'elenco dei siti di ricarica V4 è ovviamente destinato ad allungarsi. Presto, infatti, li dovremmo vedere nel Regno Unito (nella versione da 350 kW, tra l'altro) e in Nord America.