Ad alcuni giorni di distanza dalla presentazione della "nuova" Tesla Model 3, tanti appassionati e curiosi continuano a scoprire nuovi dettagli su esterni, interni e powertrain.

Infatti, la Casa americana ha comunicato le novità principali, ma ci sono tante piccole chicche che - almeno in un primo momento - sono passate inosservate. Buona parte di queste le abbiamo "scovate" vedendo la Model 3 dal vivo all'IAA di Monaco (a tal proposito, più sotto vi lasciamo il nostro video). Ora vi parliamo di altri dettagli, come il cambio e le potenze dei motori elettrici.

Come funziona il cambio

Come già visto nel nostro video, sulla Tesla non ci sono più le levette collegate al piantone dello sterzo per gestire gli indicatori di direzione e il cambio. Questi comandi sono stati riposizionati sul volante stesso e sul touchscreen centrale. In particolare, per azionare il cambio è necessario selezionare la marcia direttamente dallo schermo, come già succede sulle Model S e Model X più recenti.

Come fare se il display non funziona? Naturalmente, esiste un sistema alternativo, che è stato scoperto da Teslarati. I pulsanti fisici sono posizionati sul padiglione della Model 3, tra le due alette parasole e vicino allo specchietto retrovisore. 

Cosa sappiamo sui motori elettrici

Sappiamo che l'autonomia della Model 3 può toccare i 678 km nella variante Long Range con cerchi da 18". Ma le potenze? In un'altra rivelazione di Teslarati si parla di due versioni della Tesla.

Nuova Tesla Model 3 (2023)

Nuova Tesla Model 3 (2023)

La variante entry level avrebbe un singolo motore posteriore da 260 CV e 340 Nm, mentre quella con la trazione integrale utilizzerebbe due motori per un totale di 443 CV e 559 Nm.

Non è escluso che a queste Model 3 se ne possa aggiungere una terza in un secondo momento, con un focus maggiormente orientato alle prestazioni ed erede diretta della Performance da 489 CV.

Fotogallery: Tesla al Salone di Monaco 2023