La novità più succosa del Salone di Ginevra, la Renault 5 E-Tech Electric, ha conquistato già il cuore di molti automobilisti. A dirlo è Fabrice Cambolive, ceo del brand francese, che in un’intervista ad Automotive News Europe ha rivelato che la lista d’attesa per la nuova citycar elettrica della Losanga conta già 50.000 possibili acquirenti.

Cambolive ha parlato anche di tempi di consegna e organizzazione della produzione. Spiegando anche come questa R5 a zero emissioni, che avrà un prezzo di partenza di meno di 25.000 euro, si inserirà nella strategia commerciale della Casa.

Concentrare la produzione e i fornitori

Cambolive ha detto che era certo del gradimento per l’auto, ma che i numeri, da soli, non sono garanzia di successo. Il fatto è che l’apertura degli ordini è prevista per maggio e la speranza è quella di avere, soprattutto nei primi mesi, un flusso regolare nella stipula dei contratti. Questo perché altrimenti si rischiano di avere un primo blocco di prenotazioni difficile da smaltire e poi un momento di fiacca.

Renault 5 E-Tech Elettrico 2024

Riguardo alla produzione, il ceo di Renault ha spiegato che le linee della R5 elettrica saranno allestite nelle fabbriche della famosa ElectriCity, nel nord della Francia. L’idea di Luca De Meo, numero 1 di tutto il Gruppo, è infatti da tempo quella di concentrare in una sola regione la maggior parte della catena di fornitura relativa ai nuovi modelli a batteria, in modo da avere vantaggi in termini di logistica e velocità di consegna.

Lì, nel nord della Francia, Renault sta anche costruendo una Gigafactory con AESC Envision che dovrebbe essere operativa a partire dal 2025.

Un’alternativa alla Clio

Quando è stata mostrata nella sua veste definitiva al Salone di Ginevra, in molti hanno chiesto ai vertici Renault se in futuro la R5 sarebbe stata proposta anche in versioni ibride. La risposta è stata unanime: no. L’auto nasce elettrica e resterà elettrica (poi, a cambiare idea, si fa sempre in tempo). A presidiare il Segmento B delle termiche e delle ibride resterà la Clio.

Questa strategia sarà adottata sia per evitare sovrapposizioni tra modelli che potrebbero cannibalizzarsi a vicenda, sia per realizzare auto elettriche effettivamente accessibili. Dopo la Renault 5 arriveranno Renault 4 e Twingo. Dovranno sfruttare tecnologie ottimizzate ed economie di scala che consentano di abbassare i prezzi.

Fotogallery: Renault 5 E-Tech Electric 2024