La Casa tedesca rinnova la propria fabbrica in Sassonia. Sarà uno dei siti produttivi di EV più grandi al mondo

È dall'estate del 2018 che Volkswagen lavora senza sosta per ammodernare le linee produttive dello stabilimento di Zwickau, in Sassonia. L'impianto diventerà uno dei siti produttivi di auto elettriche più grandi al mondo.

La Casa tedesca ha annunciato che grazie ad un investimento di 1,2 miliardi di euro, la fabbrica passerà dal produrre tre modelli "convenzionali" a sei modelli elettrici basati tutti sulla piattaforma MEB

Volkswagen Zwickau

Si parte dalla ID.3

Il primo modello a prendere forma a Zwickau sarà chiaramente la ID.3, che è stata investita del ruolo di apripista per la nuova mobilità a zero emissioni per la Casa di Wolfsburg. A questa si aggiungeranno presto anche modelli di Audi mentre, curiosamente, non sono stati menzionati Skoda o Seat

Volkswagen Zwickau

La produzione della ID.3 sarà avviata a fine 2019. Entro due anni il nuovo impianto raggiungerà il pieno regime, con 330.000 auto elettriche prodotte ogni anno da qui al 2021. Il che significa che dalle linee di Zwickau, al posto dei 1.350 veicoli al giorno di adesso, usciranno 1.500 veicoli al giorno, con un notevole incremento della capacità produttiva. In questo modo la Casa sarà in grado anche di garantire gli stessi livelli occupazionali di adesso, vista la minor complessità delle auto elettriche rispetto a quelle tradizionali.