Un punto di rifornimento e una flotta di Mirai per avviare la sperimentazione: primo passo del programma spiegato da Giuseppe Ricci

Le aziende petrolifere hanno iniziato a cavalcare l'onda dell'elettrificazione. Nel mondo sono sempre più numerosi gli esempi di realtà che all'interno dei propri distributori di carburante installano colonnine per la ricarica di auto alimentate a batteria. Oggi a queste si aggiunge Eni, che ha avviato un interessante progetto pilota insieme a Toyota e al comune di Venezia per la distribuzione dell'idrogeno.

L'alba di una rete di distribuzione

L'azienda italiana inaugurerà infatti una stazione di rifornimento di idrogeno in uno dei suoi distributori presenti sul territorio del capoluogo veneto. La Casa giapponese, invece, fornirà una flotta di 10 Mirai, che sfruttano proprio la tecnologia fuel cell per muoversi. L'iniziativa punta a sdoganare una volta per tutte l'alimentazione a idrogeno in Italia, in cui al momento esiste solo un distributore attivo, a Bolzano. Ma non ha solo lo scopo di promuovere una mobilità sostenibile, come spiega Luigi Brugnaro, sindaco di Venezia, che ha dichiarato che “l'attenzione all'ambiente non rappresenta un costo per la collettività ma, al contrario, fa da volano per l'economia circolare”.

'

La doppia funzione dell'idrogeno

Alle parole di Brugnaro fanno eco quelle di Giuseppe Ricci, Refining e Marketing Officer di Eni, rilasciate nella video-intervista al collega Fabio Orecchini che riportiamo qui sopra: “l'idrogeno è una molecola che già usiamo nelle nostre attività come prodotto industriale, in particolare nel ciclo bio della raffinazione, principalmente per rimuovere l'ossigeno dalle cariche vegetali, dagli oli usati in frittura, dai grassi animali e da altri scarti con cui a Porto Marghera, nella prima bioraffineria al mondo, produciamo biocarburanti".

Eni e Toyota insieme per l'idrogeno. Presto un distributore a Venezia

"Abbiamo inoltre iniziato a investire su tecnologie per la produzione di idrogeno a partire da rifiuti solidi urbani e plastiche non riciclabili. Oltre a questi metodi, per la produzione di idrogeno sfrutteremo un processo di elettrolisi alimentato del tutto o in parte da energia rinnovabile.

Eni e Toyota di nuovo insieme

È la seconda volta che Eni e Toyota collaborano sul tema dell'idrogeno. Nei prossimi mesi, infatti, sarà realizzata una stazione di servizio a San Donato Milanese dove saranno presenti pompe per carburanti tradizionali e biocarburanti, colonnine di ricarica per auto elettriche e erogatori di idrogeno.

Eni e Toyota insieme per l'idrogeno. Presto un distributore a Venezia

Il distributore e rappresenta il primo tassello di una futura infrastruttura di rifornimento di questo tipo di alimentazione. Si tratta di un distributore con pressione a 700 bar realizzato per vetture fuel cell di ultima generazione.