L'elettrica americana è pronta a tentare il record al Nurburgring grazie a una serie di importanti modifiche. Ecco quali

La Porsche Taycan non è ancora arrivata nelle concessionarie del costruttore tedesco, ma ha già rotto le uova nel paniere di Tesla, che con la sua Model S, fino a questo momento aveva dominio nel settore delle berline elettriche. Prima che commerciale, però, la sfida tra Taycan e Model S è prestazionale e, al momento, si sta svolgendo su diversi circuiti sparsi un po' in tutto il mondo.


A fine agosto, infatti, la Porsche Taycan ha stabilito il nuovo record sul circuito del Nurburgring Nordschleife per le berline a quattro porte ad alimentazione elettrica, fermando il cronometro a 7'42”. Ma Tesla non è rimasta a guardare, anzi, il brand americano si sta preparando a rispondere per le righe al tempo fatto segnare dalla Taycan.

Record a Laguna Seca

Ma il Nurburging, si sa, è un circuito particolarmente ostico. Per questo motivo, prima di cimentarsi nell'impresa di battere il tempo registrato dalla Porsche Taycan, in Tesla hanno scelto di mettere a punto la vettura tentando il record in una pista più vicina a casa. Stiamo parlando di Laguna Seca. Stando alle informazioni trapelate, la Model S avrebbe stabilito un nuovo record che, tuttavia, non è stato ufficializzato a causa dell'assenza dei cronometristi.

Tesla Model S Foto spia plaid

Tre motori

La prova di Laguna Seca, però, è servita per mettere a punto un nuovo powertrain denominato Plaid. Sconosciute le informazioni tecniche. Tutto ciò che si sa a riguardo è che questo è costituito da ben tre motori elettrici e non più due e che, ovviamente, è in grado di garantire prestazioni superiori a quelle offerte dalla modalità Ludicrous attualmente disponibile su alcuni modelli Tesla. Una curiosità: a detta di Elon Musk, questo nuovo powertrain potrebbe essere proposto in futuro anche su Model S, Model X e Roadster.

Tesla Model S Foto spia di Nurburgring

Su misura per il Ring

Ma le novità più succulente che riguardano la Model S che tenterà il record al Nurburgring, sono quelle che riguardano la messa a punto del telaio della vettura. Il modello pronto per l'impresa su suolo tedesco, infatti, è stato pizzicato proprio nei dintorni del circuito, mettendo in luce una serie di novità molto interessanti. Basta un'occhiata veloce, infatti, per notare le tante modifiche che distinguono questo esemplare dagli altri attualmente a listino. Le carreggiate, infatti, sono state notevolmente allargate, per fare posto a ruote di maggiori dimensioni, dietro le quali si cela un impianto frenante potenziato. Altre modifiche riguardano la parte anteriore dove la presa d'aria nella parte bassa del paraurti è stata ingrandita, mentre al posteriore spicca un un inedito spoiler per aumentare il carico aerodinamico alle alte velocità.

Tesla Model S Foto spia plaid

Rosberg alla guida?

Non ci sono ancora conferme riguardo a chi sarà il pilota a portare in pista questa Model S “sotto steroidi”, tuttavia, sappiamo che Nico Rosberg si è proposto a Musk tramite Twitter e che il patron di Tesla pare aver particolarmente apprezzato il gesto. Se poi sarà veramente il campione tedesco a tentare il record è ancora troppo presto per saperlo.

Fotogallery: Tesla Model S Nurburgring

Foto di: CarPix