Gli ingegneri tedeschi hanno voluto toccare con mano la funzione di parcheggio automatico rilasciata OTA con il software 10.0

La storia è curiosa. Jensen Gadley è un americano che vive a Las Vegas e che è proprietario di una Tesla Model 3. È registrato su Turo, un servizio di noleggio auto tra privati che ricorda un po’ quello che fa AirBnb con le abitazioni, e un giorno come altri riceve una richiesta di noleggio della sua berlina elettrica. Fin qui, niente di strano.

Le stranezze sorgono quando l’utente che ha prenotato la Model 3 inizia a chiedere con insistenza la possibilità di utilizzare il servizio Smart Summon, quello che permette alla vettura di parcheggiarsi da sola. Per accedere alla funzione, però, bisogna scaricare l’app sul proprio telefono e registrarsi con le proprie credenziali. E Mr. Gadley non ne vuole sapere.

Una cliente molto speciale

Di fronte alla richiesta, però, Gadley si dice anche disponibile a mostrare la funzione in sua presenza, attivandola dal suo smartphone. Così, si reca nel luogo stabilito per l’incontro con tal Manuel Layher. Layher si presenta all’appuntamento in compagnia di altre persone e guida una Porsche Taycan, vettura che non è ancora in commercio, piena di fili e centraline di rilevazione dati.

Al momento delle presentazioni, si scopre che le persone che avevano chiesto di noleggiare la Tesla Model 3 sono in realtà tecnici Porsche arrivati fino lì solo per testare tutto il potenziale del software 10.0 di cui l’auto di Elon Musk dispone. Layher, in particolare, è un ingegnere che si occupa dello sviluppo di sistemi di assistenza alla guida. E che in compagnia del legittimo proprietario testa lo Smart Summon in due diverse aree di parcheggio di Las Vegas.

Porsche noleggia Tesla Model 3

Test con tranello

La cosa divertente è stata che Jensen Gadley ha rivelato a Electrek come gli ingegneri Porsche si siano messi a fare qualsiasi tipo di prova per capire il funzionamento della tecnologia in questione. Sono anche saltati di fronte all’auto all’improvviso per vedere se si fermava in tempo.

Alla fine, riconsegnando l’auto, si sono detti davvero impressionati del livello tecnologico raggiunto dalla Tesla. Hanno anche rilasciato un commento a 5 stelle sul sito di Turo per la gentilezza e la disponibilità del proprietario dell’auto.

Fotogallery: Tesla Model 3