L'aggiornamento è disponibile per la versione Dual Motor, ma solo per i modelli prodotti dal 2018 e con il software aggiornato

Accanto gli aggiornamenti software OTA in grado già di migliorare le performance dei suoi modelli, Tesla ha introdotto per la Model 3 Dual Motor una nuova opzione, stavolta a pagamento (2.000 dollari), che consente di abbassare il tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h da 4,4 a 3,9 secondi.

Assi nella manica

Una volta acquistato il pacchetto l'intervento, che avviene come di consueto da remoto, non richiede altre modifiche. Cosa che solleva ancora una volta interrogativi sul reale potenziale delle vetture del costruttore di Palo Alto, per le quali la Casa ha previsto evidentemente margini prestazionali più ampi che astutamente sblocca poco alla volta.

Questo dimostrerebbe una volta di più la poca differenza che intercorre, a livello di "meccanica", tra le versioni Long Range Dual Motor e le varianti top di gamma Performance, anche queste ultime tra l'altro oggetto di un recente potenziamento arrivato proprio tramite un aggiornamento software. In effetti, come dichiarato dalla stessa Casa, a livello di hardware le due versioni si distinguono essenzialmente soltanto per la presenza di un diverso inverter.

Tesla Model 3 upgrade da 3

Come avviene il potenziamento

Il potenziamento da 2.000 dollari, selezionabile tramite l'App Tesla, è disponibile per le Model 3 aggiornate all'ultima versione del software di gestione, quella condificata 2019.40.2. Come riportato da Electrek, il miglioramento delle prestazioni promesso da Elon Musk per tutti i modelli a cui abbiamo accennato all'inizio dell'articolo, per ora disponibile soltanto sulle varianti della Model 3 citate, sarebbe possibile solo per le vetture che montano l'MCU di ultima generazione che la Casa ha iniziato a montare dalla primavera 2018, e che offre più opportunità di ampliamento delle funzioni.

Tesla Model S, Model 3 and Model X

In teoria, sarebbe possibile installare l'MCU più recente, che ha una velocità di elaborazione addirittura doppia rispetto al precedente, anche sui modelli prodotti prima del marzo 2018 ma i centri assistenza della Casa non offrono ancora questo servizio.