Grazie alle centraline fornite da Continental, il software delle auto delle famiglia elettrica VW potrà essere aggiornato da remoto

Tesla docet, gli aggiornamenti software over the air (OTA) delle auto elettriche sono un bel punto di forza. E così anche Volkswagen li proporrà sulle vetture full electric della famiglia ID. A fornirgli la tecnologia sarà Continental, azienda tedesca nata come produttrice di pneumatici ma ora sempre più concentrata sulla mobilità del futuro. 

Evoluzione continua

Le centraline elettroniche che Continental monterà sulla gamma di elettriche di Volkswagen saranno assimilabili per caratteristiche a veri e propri server. Permetteranno di ridurre il numero di ECU oggi presenti in una vettura concentrandoli in pochi computer, più evoluti e complessi, in grado tra le altre cose di essere aggiornabili over-the-air

Non solo powertrain

Gli aggiornamenti in remoto potranno migliorare le caratteristiche dell’auto, aumentarne la sicurezza  l'efficienza e le prestazioni, influendo positivamente sull’utilizzo della batteria e della sua ricarica, oltre che portare nuove funzionalità.

Fotogallery: Volkswagen ID.3, la terza era è iniziata

Da considerare che gli aggiornamenti non sono una novità assoluta per il mondo dell’auto, da tempo Tesla migliora e inserisce nuove funzioni sulle proprie vetture in questa maniera, come dimostra la release del software 10.0. Ai computer installati sulle vetture della gamma ID saranno demandate anche le funzioni per ottimizzare il percorso e individuare i punti di ricarica quando necessario.

Continental - the fully integrated axle drive

Due o tre computer per auto

A detta di Continental per gestire questa grande massa di funzioni saranno sufficienti da 2 a 3 server su ogni Volksagen ID, come sappiamo, tutte basate sulla piattaforma modulare MEB. Ultima cosa: i server entrano in produzione in Volkswagen con la denominazione ICAS1 (acronimo di in-car Application server). "Per Continental è certo motivo di grande soddisfazione che i propri server siano scelti per una vettura tanto importante", come confermato da Helmut Matschi, membro del consiglio esecutivo.